A- A+
Economia
Sacconi (Ncd): nessun prelievo sulle pensioni. Sull'articolo 18...


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


"Non se ne farà nulla". Maurizio Sacconi, presidente della Commissione lavoro del Senato e capogruppo del Nuovo Centrodestra a Palazzo Madama, intervistato da Affaritaliani.it, chiude la discussione sull'ipotesi di un intervento sulle pensioni avanzata dal ministro Poletti. E sull'articolo 18 fate marcia indietro? "No. Nella riforma dello statuto dei lavoratori è primario contenuto il contratto a tempo indeterminato". E ancora: "Chiediamo che la Legge di Stabilità sia coraggiosa dal punto di vista della riduzione delle spese e delle tasse".

Il Nuovo Centrodestra cosa pensa dell'ipotesi di un intervento sulle pensioni alte ventilata dal ministro Poletti?
"Siamo contrari a quanto ha detto il ministro Poletti che è parso pensare anche a quelle medie e medio-basse. Un prelievo c'è già ed è già discutibile".

Quello del governo Letta...
"Esatto".

Nemmeno un nuovo intervento sulle pensioni d'oro?
"C'è già, ho detto".

Anche il Pd è diviso. Come andrà a finire?
"Non se ne farà nulla".

Sull'articolo 18, dopo la risposta di Renzi ad Alfano, fate marcia indietro?
"No. Riproponiamo un criterio di delega che riformi lo statuto dei lavoratori".

E per quanto riguarda l'articolo 18?
"E' implicito nella riforma dello statuto dei lavoratori del quale è primario contenuto il contratto a tempo indeterminato".

Quindi la libertà di licenziare...
"No, la libertà di assumere".

Quindi?
"Proponiamo la trasformazione dello statuto dei lavoratori in un nuovo testo unico semplificato e al suo interno la riforma del contratto a tempo indeterminato, anche per quanto riguarda la disciplina del recesso. La reintegrazione deve, per esempio, rimanere solo per i licenziamenti discriminatori".

Quest'anno l'Italia rischia di sforare il tetto del 3%?
"Non credo, in ogni caso non è questo il problema del nostro Paese che ha ancora un avanzo primario al netto degli interessi. I problemi dell'Italia sono il debito e la non crescita".

Smentisce anche lei la manovra correttiva?
"Non mi risulta e non la riterrei giusta".

Di quanto potrebbe essere la Legge di Stabilità del prossimo anno?
"Ci dirà il governo qual è il cosiddetto quadro esigenziale, cioè la somma delle esigenze incomprimibili di spesa e quanto può essere l'azione di riduzione della pressione fiscale alla luce della riduzione delle spese. Noi chiediamo una manovra coraggiosa dal punto di vista della riduzione delle spese e delle tasse".

Finora la spending review non ha prodotto grandi risultati, o sbaglio?
"Bisogna farla. Questo governo ha cominciato da poco, quindi è adesso che si vede con la Legge di Stabilità, che è il primo appuntamento con cui questo governo deve dimostrare di ridurre spese e tasse".

Che cosa risponde a chi dice che presto in Italia arriverà la troica?
"E' impossibile finché c'è stabilità politica".

Ed è questo uno dei motivi per cui il Ncd ha fatto una scelta diversa rispetto a Forza Italia...
"Esatto. Siamo nati proprio per evitare il commissariamento dell'Italia e una pericolosa deriva democratica".
 

Tags:
sacconi

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.