A- A+
Economia
Sciopero, Renzi: "Rispetto la piazza, ma non mi impressiona"

"Grande rispetto, come sempre, nei confronti dei lavoratori che hanno pagato con una giornata di stipendio" la loro critica al governo. "Personalmente non sono pero' il tipo da farmi impressionare. Da domani si lavora fianco a fianco con i sindacati per quanto riguarda le crisi aziendali, ne abbiamo rispote tante. Ma quanto alla valutazione sulle leggi, confermo che il Governo non cambia opinione perche' c'e' una piazza". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, a proposito dello sciopero generale di ieri.

Per l'Italia è stato un venerdì di agonia. Non sono mancati scontri tra manifestanti e forze dell'ordine. Per i sindacati, l'adesione è stata altissima: secondo i primi dati del settore industriale, emerge "un'altissima adesione allo sciopero generale proclamato per oggi da Cgil e Uil dietro le parole 'Cosi' non va!'".

Da una prima rilevazione risulta, infatti, un media di adesione del 70,2%, mentre si sono affollate le cinquantaquattro piazze dove si sono tenuti i cortei e le manifestazioni a sostegno dello sciopero generale. Nei trasporti lo sciopero ha registrato notevoli cancellazioni in tutti gli aeroporti, con oltre il 50% dei voli Alitalia cancellati preventivamente a Fiumicino e 35 delle altre compagnie, a Linate cancellati 110 voli, a Malpensa 140.

Camusso: "Noi non ci fermiamo, dipende dal governo" - Susanna Camusso, leader della Cgil: "E' una scelta del governo se continuare a provare a innescare il conflitto oppure se sceglie di discutere. Deve essere chiaro che noi non ci fermiamo. Continueremo a contrastare le scelte sbagliate per aver una prospettiva di lavoro in questo paese". Da parte sua, Carmelo Barbagallo leader della Uil ha detto: "Faremo una nuova resistenza e questa piazza dimostra che ce la faremo".

L'intervento di Napolitano sullo sciopero - "Io non entro, ovviamente, nel merito delle ragioni degli uni o degli altri. Mi auguro che si discutano sia le decisioni gia' prese, come quella della legge di riforma del mercato del lavoro, sia da prendere, soprattutto per il rilancio dell'economia e dell'occupazione in un contesto europeo, che si trovi la via di una discussione pacata", ha detto Giorgio Napolitano. Intanto, tafferugli si sono verificati a Milano dove sono complessivamente 11 i feriti tra le forze dell'ordine nei tafferugli scoppiati stamattina in piazza Duca D'Aosta. Si tratta di sei contusi del reparto mobile della Polizia e cinque carabinieri. Anche a Torino ci sono stati scontri tra studenti e forze dell'ordine e alcune persone sono state fermate dalla polizia.

Gli scontri a Milano e Torino  - Tafferugli si sono verificati a Milano dove sono complessivamente 11 i feriti tra le forze dell'ordine nei tafferugli scoppiati stamattina in piazza Duca D'Aosta. Si tratta di sei contusi del reparto mobile della Polizia e cinque carabinieri. Anche a Torino ci sono stati scontri tra studenti e forze dell'ordine e alcune persone sono state fermate dalla polizia

Cgil condanna violenze,"distinguere da nostra protesta" - La Cgil condanna con "estrema fermezza" gli episodi di violenza che si sono registrati oggi a Torino e Milano, specificando che quanto avvenuto "non e' in alcun modo associabile alle pacifiche manifestazioni" che si sono svolte in tutta Italia in occasione dello sciopero generale. La Cgil invita "a distinguere bene quanto accaduto, per evitare che alla protesta dei tanti che sono scesi in piazza possa essere associata la violenza di pochi, che nulla hanno a che vedere con le lavoratrici e i lavoratori di Cgil e Uil che hanno pacificamente manifestato per esprimere la loro legittima protesta nei confronti delle scelte sbagliate di questo governo".

Vendola, Renzi non si metta contro ribellione piazza - "Siamo con i sindacati, con i lavoratori in questa battaglia sacrosanta di ribellione contro una deriva a destra del governo Renzi, perche' il governo ha imboccato la direzione sbagliata. Perche' tutti gli ultimi provvedimenti ci danno amarezza perche' sono il segno di una politica conservatrice che non e' in grado di elaborare una politica vera del lavoro". Lo afferma Nichi Vendola, presidente di Sinistra Ecologia Liberta', parlando con i cronisti a margine del corteo di Cgil e Uil oggi a Roma.

Tags:
scioperocamussouilcgil
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.