A- A+
Economia
Super-ricchi triplicati dal 2.000. Ecco chi sono i Paperoni d'Italia

di Andrea Deugeni
@andreadeugeni

La crisi? Non è certo roba da ricchi. A guardare  le stime del  Wealth Report 2014 del Credit Suisse, il vento della recessione non è soffiato per chi, nel mare della crisi, riesce a scansare le correnti avverse e a far fruttare il proprio patrimonio. E così, secondo quanto rivelano gli analisti finanziari elvetici, nel mondo i super-ricchi, e cioè le persone che possiedono oltre 50 milioni di dollari, sono triplicati dal 2000. Non si direbbe nemmeno che nel mezzo sono cadute le Torri Gemelle con terribili conseguenze sui mercati finanziari e c'è stata la terribile crisi dei mutui subprime americani che ha originato una seconda Crisi del '29 con strascichi dolorosissimi nell'Europa bloccata poi dalla crisi del debito.

Nel 2014, gli esperti rossocrociati hanno censito 128.000 super ricchi, di cui 63mila (il 49%) sono concentrati negli Usa, il 24% in Europa e il 20% in Asia Pacifico. L'Italia è sesta con 3.322, il 2,6% del totale. Non va meno bene anche ai ricchi, chi dispone cioè di un milione di dollari di patrimonio. Sempre secondo il Credit Suisse sono 34,9 milioni di persone, di cui il 4,58% (1,38 milioni) sono italiani e il 40,66% (14,1 milioni) sono americani. 

Nel rapporto si rende noto che  tra il 2013 e il 2014 la ricchezza mondiale è cresciuta dell'8,3%, arrivando a 263 mila miliardi di dollari, il 20% in più rispetto ai livelli pre-crisi e il 39% in più rispetto al livello minimo toccato nel 2008. La ricchezza media è cresciuta soprattutto negli Usa, dove si concentra il 34,7% del totale pari a 91 mila miliardi di dollari (+11,4% in media ogni anno), seguita dall'Europa, che raccoglie il 22% della ricchezza mondiale, pari a 85 mila miliardi (+10,6% in media l'anno).

Tags:
super ricchi
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022

Stellantis, successo confermato al Company Car Drive 2022

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.