A- A+
Economia
Turchia, Erdogan caccia il governatore centrale: crolla la lira

Turchia, Erdogan caccia il governatore centrale e la lira crolla vicino ai minimi storici 

In Turchia la lira crolla sui mercati valutari, dopo che il presidente Erdogan ha rimosso nel fine settimana il governatore della Banca Centrale del paese Naci Agbal. Agbal, detto “il falco”, era riuscito a ridare fiducia ai mercati dopo mesi di pressione. Al suo posto c’è ora l'ex parlamentare Sahap Kavcioglu, ex deputato dell'Akp di Erdogan. La lira turca è arrivata a cedere fino al 15% sul dollaro, vicino ai minimi storici. Tra scambi volatili, la moneta recupera leggermente, ma resta in calo di circa 8% sul biglietto verde.

Commenti
    Tags:
    turchia erdogan governatore crollo liraturchia crollo lira turcaturchia erdogan crollo lira turca
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Un bel cappio per il collo Ecco i primi aiuti dello stato

    Covid vissuto con ironia

    Un bel cappio per il collo
    Ecco i primi aiuti dello stato


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Skoda Kodiaq, arriva il restyling

    Skoda Kodiaq, arriva il restyling

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.