A- A+
Economia

Ci si può fidare delle banche? E' la domanda che si è posta la Financial Services Authority (FSA), l'equivalente britannico della Consob. Per cercare una risposta, non si è limitata a una blanda attività di vigilanza, ma si è presentata (in incognito) agli sportelli. E così, tra marzo e settembre 2012, ha esaminato la qualità delle consulenze di investimento. Il risultato? Un istituto su quattro dà cattivi consigli. Un po' Consob e un po' Le Iene, gli emissari della Fsa si sono finti imprenditori alla ricerca di investimenti. Se circa "tre quarti dei clienti hanno ricevuto buoni consigli - scrive la Fsa -  ci sono stati problemi con la qualità della consulenza in un quarto dei casi". In un caso su 10, le indicazione del consulente si sono rivelate del tutto errate. E il 15% degli addetti non ha raccolto informazioni sufficienti per assicurare una valutazione adeguata.

Di fronte a questi dati, le banche hanno accettato di collaborato e hanno preso provvedimenti immediati, tra i quali un maggiore controllo sui propri dipendenti. Anche se l'inchiesta è britannica, è interessante anche per i risparmiatori itailani. Sia perché la Consob non promuove indagini di questo tipo, sia perché le manovre opache di Mps hanno riportato una nuovo clima di preoccupazione sull'attività degli istituti.

Clive Adamson, direttore della sorveglianza della Fsa ha affermato che le visite "in incognito" permettono di "capire ciò che i clienti si trovano davanti nella scelta di prodotti finanziari. Questa analisi dimostra che i clienti non ricevono costantemente consulenze che una società bancaria dovrebbe garantire". Adamson ha definito "deludenti" i risultati dell'indagine ma "incoraggiante" il fatto che l'esame abbia portato "all'introduzione di nuove norme in materia di consulenza che aumenteranno lo standard professionale dei consulenti".

 

 

Tags:
bancarisparmioinghilterra

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.