A- A+
Economia

UniCredit debutta sul mercato asiatico dei capitali lanciando un’emissione subordinata della tipologia lower tier 2 denominata in dollari di Singapore (SGD). L’emissione ha un ammontare di SGD 300 milioni (equivalente a circa 200 milioni di euro), che rappresenta, in base ai canoni locali, l’importo benchmark e scadenza al 30 luglio 2023 (con facoltà di rimborso anticipato dopo 5 anni e mezzo).

Il prestito offre una cedola del 5,50% con un prezzo di emissione pari a 100, equivalente a uno spread di 447 punti base sopra il tasso swap quotato in tale valuta. Nomura, Standard Chartered e UBS Investment Bank hanno curato il collocamento ricoprendo il ruolo di joint bookrunners sul mercato domestico locale. L’operazione ha visto un’ampia partecipazione di investitori istituzionali e reti di private wealth management asiatici, raccogliendo ordini per circa 500 milioni di dollari di Singapore. Il prestito, che fa parte del Programma di Euro Medium Term Notes dell’emittente, in ragione dello status subordinato, ha i seguenti rating attesi: Baa3 (Moody’s) / BBB (S&P) / BBB+ (Fitch). Il bond sarà computato nel patrimonio supplementare di UniCredit, contribuendo al Total Capital Ratio. La quotazione avverrà presso la Borsa di Lussemburgo.

Tags:
unicreditbancheasia

i più visti

casa, immobiliare
motori
Renault: continua a crescere, record nell'elettrico

Renault: continua a crescere, record nell'elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.