A- A+
Economia

 

zurich

Nessuna pressione impropria all'interno dell'azienda. Una ricerca indipendente commissionata dalla Finma, l'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari, la Consob elvetica, scagiona presunte responsabilità all'interno del gruppo Zurich Financial, il colosso scudocrociato delle assicurazioni, per la morte a fine agosto del chief financial officer Pierre Wauthier.

A poco più di un mese dal suicidio di Carsten Schloter, direttore generale di Swisscom e presidente di Fastweb, il 27 agosto il mondo svizzero degli affari era stato infatti nuovalmente sconvolto da un nuovo suicidio in circostanze oscure. Quello di Wauthier, a seguito del quale erano fioccate sulla stampa elvetica indiscrezioni sullo stile di gestione "poco ortodosso" del presidente Josef Ackermann, ex Deutsche Bank che poi aveva rassegnato le dimissioni per preservare la reputazione del gruppo.

Altri rumors riportavano presunti disaccordi fra il presidente e il Cfo sui conti della società. Nel comunicare al mercato i rusultati dell'ispezione, Zurich Insurance ha fatto sapere che la Finma ha confermato la condotta e i comportamenti dei vertici aziendali erano corrette.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
zurichfinmawauthier
i più visti
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività


casa, immobiliare
motori
Kia svela la nuova generazione della Niro

Kia svela la nuova generazione della Niro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.