A- A+
EmiliaRomagnaItalia

Venerdì 22 marzo

 

Motel Connection all’Estragon, Parco Nord via Stalingrado 83 Bologna.

Godflesh

 

Il trio torinese formato da Samuel, la voce dei Subsonica, il dj e produttore Pisti e Pierfunk, primo bassista dei Subsonica, ovvero i Motel Connection, tornano con il loro electro-funk sui palchi di tutto lo stivale.

Dal primo marzo è arrivato alle radio il primo singolo “Midnight Sun” che farà parte del loro prossimo album “Vivace”, in uscita ad aprile, il cui titolo prende ispirazione dall’universale terminologia della musica classica che indica un tempo ritmico sostenuto.

Il nuovo disco promette di essere il punto di arrivo di un viaggio musicale che i Motel Connection hanno iniziato dieci anni, seguendo un percorso di continua ricerca sonora e sperimentazione, che oggi è divenuta più strumentale, rock, e per certi aspetti anche più “punk”. Caratteristiche queste che si ritroveranno anche nel live che tappa dopo tappa prende forma, in cui l’anima dance e l’elettronica che caratterizza la band si mescolerà a quella più rock e suonata.

 

 

Godflesh al Locomotiv, via Serlio 25/2 Bologna.

 

I Godflesh sono un band industrial metal di Birmingham, Inghilterra, formato nel 1988 dal’ex Napalm Death Justin Broadrick (voce, chitarra, e programming) e G. C. Green (basso, batteria), riconosciuta come una delle più innovative formazioni metal degli ultimi 30 anni, insieme a Nine Inch Nails e Ministry, ed il loro caotico sound un’influenza fondamentale per tutta la scena industrial e post metal.

Si erano sciolti nel 2002, ma si sono riuniti in formazione originale nel 2010 con uno show da headliner all’importante Hellfest di Clisson, Francia. Traendo ispirazione dai pionieri del power electronics Whitehouse, dai noise-rockers Swans, dall’inventore della musica ambient Brian Eno e dalla concidattina heavy metal band Black Sabbath, i Godflesh sono annoverati tra i pionieri dell’industrial metal. La band è nota per il particolare mix tra ritmi drum machine, chitarre ronzanti e distorte, un basso potente ed intermittente e i lancinanti vocalizzi simil growl di Justin Broadrick.

I Godflesh sono stati citati come influenza da parte di band ed artisti del livelli dei Korn, Metallica, Danzig, Faith No More, Fear Factory, Converge, Isis, Pitchshifter, Nine Inch Nails e Ministry.

 

Ad aprire la serata del Locomotiv sarà Bologna Violenta, la one-man-band dietro cui si cela Nicola Manzan, trevigiano classe 1976, diplomato in violino e polistrumentista che negli ultimi anni ha lavorato in studio e dal vivo con molte band del panorama musicale italiano e internazionale.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
motel connectionsamuel subsonicasubsonicamidnight sun motel connectionnapalm deathjustin broadrickgodglesh
in evidenza
Addio al padre della giacca decostruita e maestro di Armani

Nino Cerruti

Addio al padre della giacca decostruita e maestro di Armani

i più visti
in vetrina
Sanremo 2022, diffuse le canzoni: tanto sentimento e poco Covid

Sanremo 2022, diffuse le canzoni: tanto sentimento e poco Covid


casa, immobiliare
motori
Tokyo Auto Salon 2022: Toyota punta sul motorsport

Tokyo Auto Salon 2022: Toyota punta sul motorsport


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.