Maggi (direttore Youdem): "Non siamo la Tv della sfiga. Bersani? Sta vicino ai giovani"

Venerdì, 12 febbraio 2010 - 13:25:00
penatimaggiVERT
Franco Maggi e
Filippo Penati

di Fabio Massa

Franco Maggi è il nuovo direttore editoriale di Youdem. "Rappresento l'editore, in pratica", scherza. Il portavoce di Filippo Penati, coordinatore della campagna congressuale di Bersani, sceglie Affaritaliani.it per spiegare il cambiamento pop del leader Pd, che andrà al Festival di Sanremo: "Nessuna svolta, è sempre stato molto sensibile ai problemi dei giovani. Va dove li trova: dai concerti di Vasco a Sanremo. Tra l'altro, Pierluigi ha una bellissima voce..." E su Youdem spiega la svolta: "Ci apriremo ai territori. Non siamo la televisione della sfiga".

Direttore Maggi, c'è un cambio di linea del Pd? Questo Bersani è molto pop...
Assolutamente sì, c'è un cambio.

E perché si parte proprio da Sanremo?
Non è partito da Sanremo, è partito dallo slogan di Bersani: "Diamo un senso a questa storia". Il segretario l'aveva detto chiaramente: io voglio stare in mezzo alla gente, dove ci sono i problemi, ma anche dove ci sono cose belle. Lui va a Piombino, a Termini Imerese. E poi a Sanremo. Insomma, va dove c'è la gente. C'è qualcosa di scandaloso?

No. Assolutamente.
Ci va per capire. Per stare con i giovani, con i lavoratori, con le donne, gli immigrati, gli anziani...

E con chi si diverte. Ma non bisognava parlare dei problemi?
Ma perché una cosa dovrebbe escludere l'altra? E poi (ride, ndr) canta anche: ha una bella voce. Soprattutto quando intona Celentano, piuttosto che di Vasco Rossi. Anzi, la sa una cosa?


BERSANI IN VERSIONE 'ROCKSTAR' 1/

Che cosa?
Lui va ai concerti di Vasco Rossi, a quelli degli U2. In incognito. Di nascosto. Ci va perché gli piace e perché i giovani sono là. E là deve stare il segretario di un partito che vuole dare voce a tutti. Quindi, in conclusione, non c'è nessun cambio di strategia.

Parliamo di Youdem. Nel Dopofestival saranno invitati i cantanti. E non i precari...
Youdem vuole essere lo specchio del partito. E il partito parla con tutti. Anche con i cantanti. O volete che Youdem sia la televisione della sfiga? Certo che parliamo dei problemi, ma anche della felicità, della gioia. Poi, riflettiamo: c'è tutto un mondo, quello della musica, che non è rose e fiori. Ci sono i dischi che costano troppo e altre mille cose...


BERSANI IN VERSIONE 'ROCKSTAR' 2/

La prossima mossa?
Valuteremo in team, Bersani è una persona aperta al confronto. Proprio come Youdem.

Come cambierà Youdem?
Cambierà perché vogliamo aprirci ai territori. Non deve essere una televisione Romanocentrica. Deve aprirsi al contributo di chi vuole collaborare. Oggi ci sono tecnologie avanzate, c'è youtube, c'è internet. Non vedo perché non si possano mandare in onda contenuti generati dagli utenti. Che siano interessanti, e che soprattutto parlino della realtà. Faccio un esempio: perché non dovremmo mettere un estratto di un interessante dibattito in uno dei circoli del Pd? O perché non dovremmo trasmettere le riprese di un evento che si è verificato lontano dalla Capitale?

0 mi piace, 0 non mi piace

Commenti


    
    Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
    Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
    Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
    Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
    Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
    Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
    Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
    Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
    LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

    LA CASA PER TE

    Trova la casa giusta per te su Casa.it
    Trovala subito

    Prestito

    Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
    SCOPRI RATA

    BIGLIETTI

    Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
    PUBBLICA ORA
    In Vetrina