A- A+
Spettacoli
Debora Caprioglio ad Affari:"La mia Albertina a teatro? Goffa ma pura"

Di Giordano Brega
@GiordanoBrega

"E' uno spettacolo divertente, una commedia corale". Debora Caprioglio racconta ad Affaritaliani.it la divertente commedia ("Lei è ricca, la sposo e... l'ammazzo") che in questi giorni va in scena al teatro Manzoni di Milano (fino all'8 febbraio). La storia: "Orazio Pignatelli (interpretato da Gianfranco Iannuzzo, ndr) è un uomo ricco che si ritrova povero e pieno di debiti dopo aver perso molto più di quanto le sue rendite gli consentivano. Tramite la sua governante, Nunziatina (interpretata da Antonella Piccolo, ndr) si fa consigliare di sposare una donna molto ricca per sistemarsi. Successivamente gli viene anche l'idea di ammazzarla. E' un uomo misogino, che odia le donne e l'idea di mettersi in casa qualcuno"

Tra le varie candidate trova il suo personaggio, Albertina, con cui si sposerà...
"E' imbranata, brutta e goffa. Si veste pure vintage e quando ho visto i costumi mi ha preso un colpo (ride, ndr). Io non sono una persona che nella vita segue tantissimo la moda, ma un minimo di attinenza ai tempi... Insomma è una donna che non ha nulla di attraente e Orazio durante il matrimonio progetta l'omicidio. Però..."

Però?
"Nel frattempo lei con la sua bellezza interiore lo conquista. Aggiungo che Albertina è un personaggio che vive nel suo mondo, è un entomologa e ama gli insetti. Nonostante sia molto ricca non si gode i suoi soldi. E' un'anima pura. Senza riserve e pregiudizi".

In tutta questa vicenda si inseriscono altri personaggi...
"C'è l'avvocato - che si scoprirà essere lo stesso di mio marito - interpretato da Antonio Fulfaro. Cosimo Coltraro ha il ruolo del boss mafioso che presta i soldi a Orazio per arrivare al giorno delle nozze. E poi l'amica di Pignatelli, Claudia Bazzano, che fa conoscere la coppia. Siamo in tournée dai primi di dicembre e la commedia sta riscuotendo un bellissimo successo. Siamo stati in Sicilia, in Puglia, in Piemonte e ora in Lombardia: è una comicità che piace in tutto il Paese".

In questi giorni si parla molto della nuova edizione de l'Isola dei Famosi, lei arrivò seconda. Che ricordi ha? Ci tornerebbe?
"Ho visto la prima puntata, che poi è stata interrotta per il maltempo, vedendo la bufera mi è venuto in mente quando c'ero io. Trovammo anche noi delle condizioni climatiche dure... ecco rivedendo quelle immagini mi sono venuti in mente quei momenti difficili e ho pensato che non ci tornerei perché lì la natura è molto forte. Per il resto però è stata una bellissima esperienza. Con il sole è bello (ride, ndr)"

Che consiglio darebbe ai nuovi naufraghi?
"Bisogna avere tanta pazienza (sorride, ndr)... ma quello anche nella vita".

CLICCA QUI PER LA VIDEO INTERVISTA INTEGRALE

Iscriviti alla newsletter
Tags:
debora caprioglioteatro manziniiannuzzo
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

i più visti
in vetrina
Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali


casa, immobiliare
motori
Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.