A- A+
Spettacoli
Tv inondata da tante nuove serie. La rimonta del mercato pubblicitario

Di Dom Serafini
 
Come definire la nuova stagione televisiva Usa che a partire da settembre arriverá anche nelle case di diversi altri paesi (e poi nel resto del mondo)?
Abbondano le definizioni: molti spinoff, reboots e remake. Gli “spinoff” sono serie sviluppate da un motivo (e personaggio) di una serie giá in onda; “reboot” é quando si copia solo il tema ed il titolo di un vecchio programma televisivo; e “remake” riguarda una nuova versione di un vecchio film (ma fuori dalle “franchise”, cioè dai film di serie tipo quelle di “Superman”).
Altri elementi caratteristici di questa stagione TV sono l’abbondanza di super-eroi, del paranormale ed il grande impiego di attori dal settore cinematografico, specialmente britannici. Da notare che una volta gli inglesi venivano impiegati solamente per le parti da “cattivi”, ruoli ora riservati ai russi. E naturalmente non manca una buona dose del terzo sesso.

Si é fatto anche notare come ai giorni nostri i film vengano spesso visionati su tablet e iPod, mentre i programmi televisivi vengono guardati a casa sulla Tv a largo schermo. Si ritiene che questa nuova tendenza sia dovuta al fatto che i creativi sono a corto di creativitá e le reti Tv, avverse ai rischi, si rifugiano con argomenti conosciuti e popolari. Ma un altro motivo, e forse il piú logico, é che i spinoff, reboot e remake offrono una cosa in comune: un brand riconosciuto in tutto il mondo che facilita la vendita internazionale.

Mediaset5
 

Per questo motivo, subito dopo gli “Upfront” di New York City, dove gli inserzionisti pubblicitari visionano in anteprima i “piloti” delle nuove serie (e pre-acquistano gli intervalli pubblicitari), circa 2.500 acquirenti di contenuti televisivi da tutto il mondo si riversano a Los Angeles per visionare, selezionare ed acquistare le nuove serie.
Il processo viene chiamato L.A. Screenings e dura esattamente nove giorni, quest'anno a partire dal 19 maggio. Dall’Italia sono arrivati 36 acquirenti tra Mediaset, Rai, La 7, Fox Italia e Sky Italia, piú alcuni distributori indipendenti e due dirigenti dalla Tv svizzera italiana.
Durante i visionamenti, gli acquirenti hanno visionato le serie presso tutti i grandi studios di Hollywood (CBS, Disney, Fox, NBCUniversal, Paramount/Viacom, Sony Pictures e Warner Bros.), mentre per quelli (per modo di dire) piú piccoli (Lionsgate, Hbo e Mgm) si sono recati in sale cinematografiche o note sale per conferenze affittate per l'occasione; altri distributori (come e-One e Legendary) hanno invece invitato i clienti nei loro uffici di Los Angeles.

Quest’anno il lavoro degli acquirenti si é appesantito molto, visto l’enorme numero di nuove serie-pilota da visionare: per le reti Tv cavo e streaming (Netflix, Amazon, Hulu, ecc.) sono state approvate 132 nuove serie, mentre per le reti Tv in chiaro, 59. In totale, per la nuova stagione televisiva gli acquirenti internazionali potranno scegliere tra 129 fiction e 62 commedie, molte in piú rispetto all’anno scorso. E questo senza contare le serie rinnovate per un’altra stagione.
L’alto numero di serie-pilota (con i conseguenti enormi investimenti finanziari) é stato stimolato dalla rimonta del mercato pubblicitario televisivo che quest’anno aumenterá dello 0,5%, arrivando a 63 miliardi di dollari (esclusi gli eventi speciali, come le Olimpiadi), di questi, 9 miliardi sono spesi per il pre-acquisto di spazi nelle prime serate durante l’Upfront (circa l’80% degli spazi in prima serata viene pre-acquistato).

I titoli e le sinossi delle nuove serie per la Tv in chiaro si trovano a:
www.videoagedaily.com/index.php?option=com_content&view=article&id=201&Itemid=221
 

Tags:
tv usanuove serie tv
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

i più visti
in vetrina
Europei: le "Wags" degli Azzurri: qual è la più bella?

Europei: le "Wags" degli Azzurri: qual è la più bella?


casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”

Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.