A- A+
Esteri

Venticinque cadaveri sono stati ritrovati dall'esercito algerino nell'impianto di pompaggio del gas attaccato da jihadisti nel Sahara algerino: lo ha reso noto l'emittente privata algerina, Ennahar, aggiungendo che si tratta probabilmente del corpo di ostaggi. L'emittente, nota per aver buoni contatti con l'esercito algerino, ha aggiunto che l'operazione di 'ripulitura'' dell'impianto da parte delle forze di sicurezza durera' circa 48 ore.

I terroristi della 'jihad' rimasti uccisi nel tragico raid a un impianto di pompaggio del gas nel Sahara algerino provenivano da 6 nazioni diverse: lo ha reso noto il ministro delle Comunicazioni algerine, Mohamed Said, spiegando che i miliziani provenivano "da Paesi arabi e africani, e da nazioni non europee", ma senza dare altri dettagli. Ventilando la possibilita' che il bilancio degli ostaggi vittime del sequestro possa ulteriormente crescere (attualmente e' a quota 23), il ministro ha aggiunto che un numero definitivo sara' fornito nelle prossime ore.

Tags:
algeriaal qaedaterrorismo

i più visti

casa, immobiliare
motori
Citroen: sarà in concessionaria a inizio 2022 la nuova CX 5

Citroen: sarà in concessionaria a inizio 2022 la nuova CX 5


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.