A- A+
Esteri

Dopo essere passato finora indenne alla fase piu' turbolenta della sua presidenza in Egitto, Mohamed Morsi, torna ad occuparsi di Medio Oriente. In un'intervista alla Cnn Morsi si e' scagliato contro il siriano Bashar Assad chiedendo che sia giudicato per i crimini di guerra di cui si e' macchiato nei 21 mesi da cui e' iniziata la rivolta e che, secondo stime Onu, ha causato almeno 60.000 morti.

Non solo. Morsi tenta di giocare di nuovo la carta del mediatore tra le fazioni palestinesi. La stessa che gli ha fatto guadagnare il plauso della comunita' internazionale quando riusci' ad ottenere il 21 novembre un cessate il fuoco tra israeliani e palestinesi a Gaza (salvo, il giorno dopo varare un decreto con cui si attribui' poteri assoluti). Per questo ha invitato al Cairo Khaled Meshaal, il leader di Hamas, che controlla Gaza, e Abu Mazen, presidente dell'Anp, che governa la Cisgiordania.

Tags:
siria

i più visti

casa, immobiliare
motori
CUPRA Born,ordinabile in Italia

CUPRA Born,ordinabile in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.