A- A+
Esteri
Austria, ballottaggio da rifare. Irregolarità. Ora destra favorita

La Corte costituzionale austriaca ha deciso che il ballottaggio per le elezioni presidenziali, vinto lo scorso 22 maggio dal candidato dei Verdi Alexander Van der Bellen, va annullato a causa delle irregolarità verificatesi nelle operazioni di scrutinio. La Corte si è pronunciata dopo aver esaminato e accolto il ricorso presentato dal partito di estrema destra del candidato Norbert Hofer, sconfitto dallo sfidante sul filo di lana. Il ministero dell'Interno austriaco ha già annunciato che il nuovo voto dovrebbe tenersi tra settembre e ottobre. Secondo il quotidiano Kurier, la data più probabile potrebbe essere il 18 settembre.

La sera del 22 maggio, in base agli exit poll, Hofer sembrava in testa alla chiusura dei seggi, ma il risultato finale uscito dal conteggio di circa 700mila voti per corrispondenza ha decretato la vittoria di Van der Bellen con uno scarto di soli 30.000 voti. Van der Bellen, in pratica, è diventato nuovo presidente dell'Austria con il 50,3 per cento delle preferenze, rispetto al 49,7 per cento di Hofer. Il Partito della Libertà cui Hofer appartiene, a questo punto, ha deciso di presentare ricorso affermando che nella maggior parte dei 117 distretti elettorali si erano verificate varie violazioni di legge. Prima fra tutte, lo scrutinio dei voti per corrispondenza iniziato prima che i funzionari della commissione elettorale arrivassero. In altri casi, invece, alle operazioni di spoglio avrebbero preso parte persone non autorizzate. Il partito aveva anche affermato di poter dimostrare che al voto avrebbero partecipato ragazzi di età inferiore ai 16 anni e stranieri.

Oggi è arrivata la sentenza della Corte, che ha riscontrato irregolarità in 94 distretti. Nel corso delle due settimane di udienza dedicata all'esame della questione, i giudici hanno ascoltato circa 90 testimoni, tra cui membri dei seggi di tutto il Paese. E molti di loro hanno ammesso che spesso non è stata rispettata alla lettera la legge elettorale, in particolare per quanto riguarda i tempi e le modalità del conteggio dei voti per posta.

Si congela quindi l'insediamento ufficiale di Van der Bellen che avrebbe dovuto avvenire il prossimo 8 luglio. Non appena il presidente uscente Heinz Fischer lascerà l'incarico, quindi, la presidenza verrà assunta ad interim collegialmente dai presidenti delle due Camere. Mentre Hofer spera ora di avere una nuova opportunità per diventare il primo presidente ultranazionalista, anti-immigrati e di estrema destra di uno Stato membro dell'Unione europea. "Le elezioni sono il fondamento della nostra democrazia e il nostro compito è di garantirne la regolarità. La sentenza deve rafforzare il nostro stato di diritto", ha detto il presidente della Corte costituzionale Gehrart Holzinger prima di leggere il dispositivo con cui è stato accolto il ricorso dell'Fpoe. E' la prima volta che viene annullato un ballottaggio in Austria.

Si trincera dietro un laconico no-comment la Commissione europea che "non ha commenti da fare su quella che è una decisione della Corte costituzionale di uno Stato membro". Il primo a far sentire la propria voce dall'Italia è invece il segretario della Lega Matteo Salvini che su Facebook scrive: "Forza amici, verità e libertà alla fine vincono".

Tags:
austria ballottaggio da rifareaustria elezioni annullate
in evidenza
Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

Disastro Juventus

Peggior partenza dal 1961-62
Col Milan Allegri sbaglia i cambi

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.