A- A+
Esteri

Un soldato israeliano di vent'anni e' finito al centro di uno scandalo per aver postato sul suo profilo su Istagram la foto di un bambino di spalle al centro del mirino di un fucile. Come sottolinea il britannico Guardian, dall'ambientazione - un villaggio con un minareto sullo sfondo - sembra che il bambino sia palestinese. Il soldato, Mor Ostrovski, si e' affrettato a chiudere il profilo, sostenendo di non aver scattato lui l'immagine ma di averla trovata su internet.

L'episodio e' stato immediatamente condannato dalle forze armate israeliane che hanno annunciato un'indagine in proposito, sottolineando che tale azione "non e' in accordo con lo spirito dell'Idf o con i suoi valori".

Bimbo nel mirino del soldato (2)Foto da InstagramGuarda la gallery

La foto ha suscitato durissime critiche: l'organizzazione di veterani israeliani 'Breaking the silence', impegnata in una campagna per alzare il velo sulla vita in Cisgiordania, ha puntato il dito contro gli effetti dell'occupazione e del controllo militare su una popolazione civile. La foto incriminata, peraltro, non e' l'unica immagine del genere. Il sito Elecrtronic Intifada ha scovato sul profilo Istagram di Ostrovski scatti del soldato in posa con armi pesanti.

Non e' la prima volta che l'uso 'disinvolto' dei social media da parte dei soldati crea imbarazzi a Tel Aviv: nel dicembre scorso un soldato 22enne aveva postato una sua foto mentre leccava dal suo coltello quello che probabilmente era ketchup, inveendo contro gli arabi il cui "sangue e' gustoso", mentre un collega della fanteria ha ricevuto di recente una condanna a 14 giorni di reclusione in una prigione militare per aver pubblicato una sua foto accanto a un palestinese bendato e ammanettato.

Tags:
israle
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona

SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.