A- A+
Esteri

Una stabile crescita economica (con un obiettivo mantenuto al 7,5% per il 2013, invariato rispetto al 2012), lotta alla corruzione, migliore prestazioni del welfare, misure efficaci per prevenire e combattere il degrado ambientale: il premier cinese uscente Wen Jiabao ha aperto i lavori dell'Assemblea Nazionale del Popolo (Anp), il Parlamento cinese e consegnato l'atto finale del suo decennale mandato. L'Anp si riunira' per quasi due settimane a Pechino e sara' conclusa dal passaggio di poteri ai vertici del gigante asiatico: l'attuale vicepremier, Li Keqiang, prendera' il posto di Wen e sara' il nuovo capo del governo; e il segretario generale del Partito Comunista Cinese, Xi Jinping, diverra' formalmente il capo dello Stato, in sostituzione di Hu Jintao. Wen si e' dunque congedato dal potere, ma ha assicurato che la Cina "ha davanti a se' un avvenire di una brillantezza senza precedenti".

Nel suo ultimo discorso da capo del governo (oltre 100 minuti), Wen ha consegnato il "rapporto di lavoro" (29 pagine gia' approvato dalla leadership cinese) ai quasi 3mila delegati provenienenti dal tutto il Paese per l'appuntamento annuale: ha ricapitolato i risultati degli ultimi 5 anni di governo e stabilito gli obiettivi del 2013, tra cui un'inflazione non superiore al 3,5% e la creazione di 9 milioni di posti di lavoro. L'obiettivo di crescita e' lo stesso stabilito nel 2012, quando il Pil cinese aumento' del 7,8%, ma e' una cifra piu' prudente rispetto all'8% degli anni precedenti, considerato - ha detto Wen - che "gli attacchi della crisi mondiale" continueranno a coinvolgere la Cina. Wen ha sottolineato che si deve dare "speranze al popolo mediante misure concrete" e annunciato che, per proteggere "l'integrita' territoriale" in un momento di crescenti tensioni regionali, anche quest'anno l'aumento delle spese militari sara' al 10,7%: un lieve calo rispetto all'anno scorso (quando era stato del 11,6%), spese destinate ad ammodernare l'esercito piu' grande del mondo.

Tags:
cinapcc
in evidenza
Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

Disastro Juventus

Peggior partenza dal 1961-62
Col Milan Allegri sbaglia i cambi

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.