A- A+
Esteri
La Cina aumenta le spese militari. Lotta a inquinamento e corruzione


Crescita economica stabile, aumento delle spese militari, lotta all’inquinamento, alla corruzione e al terrorismo interno. Sono i principali contenuti del programma presentato dal governo cinese al Parlamento, che oggi ha celebrato l’apertura della sessione annuale, uno degli appuntamenti politici più importanti dell’anno. I lavori dureranno dieci giorni.

Nel suo discorso, il primo ministro Li Keqiang ha detto: “Reprimeremo più severamente qualunque forma di crimine o di terrorismo che mina il sistema di diritto e la dignità della nazione e impedisce la civilizzazione. Per difendere la sicurezza e le proprietà della gente. Lavoreremo per rendere la Cina più sicura”.

Tra gli obiettivi economici c‘è anche il contenimento dell’ inflazione e un tasso di cambio senza variazioni di rilievo. La crescita del Pil quest’anno dovrebbe essere stabile al 7,5%, mentre è previsto un nuovo aumento a due cifre (+12,2%) del budget per la difesa. Cosa che ha già suscitato preoccupazione in Giappone.

Tags:
cina
in evidenza
Tra iperemesi e anoressia Paura nel Regno Unito per Kate

La principessa pesa 45 chili, preoccupati sudditi e fan

Tra iperemesi e anoressia
Paura nel Regno Unito per Kate


in vetrina
Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla

Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla


motori
Mercedes, gli show room si trasformano in point of Experience

Mercedes, gli show room si trasformano in point of Experience

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.