A- A+
Esteri

E' crollato sotto il peso delle neve il tetto della sala macchine della centrale nucleare di Cernobyl, teatro nel 1986 del peggior incidente della storia del nucleare civile. Il sarcofago di cemento armato che racchiude il reattore che esplose, provocando la fusione del nocciolo, è rimasto intatto e la radioattività non è aumentata nelle aree circostanti, afferma un comunicato della direzione della centrale. I pannelli dei muri e parti del tetto della sala macchine del Reattore numero quattro, dove avvenne l'incidente quasi 27 anni fa, sono crollati in un'area di circa 600 metri quadrati, si legge nella nota.

Il crollo non ha provocato feriti e il livello di radiazioni nella cosiddetta area di esclusione attorno alla centrale non è cambiato, afferma la direzione dell'impianto. "Non ci sono pericoli per la vita o la salute della popolazione" aggiunge il ministero delle Emergenze russo, che conferma l'incidente e precisa che il crollo è stata causato dall'accumulo di neve sul tetto e che è avvenuto nella struttura originaria dell'impianto, ma non riguarda il sarcofago costruito dopo la tragedia nucleare.

Tags:
chernobyltettocrolla

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.