A- A+
Esteri
Francia, grana Ecomouv. La Royal tenta la strada del riciclo

Dopo lo scandalo, le proteste e i fiumi di inchiostro, il ministro francese dell'Ecologia Ségolène Royal annuncia l'intenzione, per il momento ancora confusa, di trovare un modo per riutilizzare i portali Ecomouv.

Si sta parlando dei 173 portali ad altassima tecnologia istallati dal governo di Parigi per far pagare l'ecotassa e che, alla cancellazione dell'imposta avvenuta lo scorso 9 ottobre, sono diventati un problema non da poco.

Secondo quanto stimato da Le Figaro, infatti, i costi di smantellamento sono stimati tra i 7 e i 13 milioni di euro e sono a carico dello Stato. Una bella cifra anche se si tratta di spiccioli in confronto a un miliardo, cioè a quanto è già costata ai contribuenti transalpini la risoluzione del contratto con la Ecomouv, consorzio italo-francese guidato da Atlantia.

Ebbene ora la Royal assicura che i portali avranno una nuova vita. Attualmente allo studio ci sarebbero diverse soluzioni: potrebbero ad esempio essere utilizzati dalla polizia per "prevenire il traffico" oppure per le "previsioni del tempo," ha detto la Royale, senza escludere altri possibili 'ricicli'.

Tags:
ecomouvsegolene royal
in evidenza
Lo scivolone di Burioni su Twitter: "Si scrive valige, non valigie"

Il tweet del virologo fa discutere

Lo scivolone di Burioni su Twitter: "Si scrive valige, non valigie"


in vetrina
Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla

Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla


motori
Dacia, iniziata pa produzione del primo Jogger Hybrid 140

Dacia, iniziata pa produzione del primo Jogger Hybrid 140

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.