A- A+
Esteri
Francia, grana Ecomouv. La Royal tenta la strada del riciclo

Dopo lo scandalo, le proteste e i fiumi di inchiostro, il ministro francese dell'Ecologia Ségolène Royal annuncia l'intenzione, per il momento ancora confusa, di trovare un modo per riutilizzare i portali Ecomouv.

Si sta parlando dei 173 portali ad altassima tecnologia istallati dal governo di Parigi per far pagare l'ecotassa e che, alla cancellazione dell'imposta avvenuta lo scorso 9 ottobre, sono diventati un problema non da poco.

Secondo quanto stimato da Le Figaro, infatti, i costi di smantellamento sono stimati tra i 7 e i 13 milioni di euro e sono a carico dello Stato. Una bella cifra anche se si tratta di spiccioli in confronto a un miliardo, cioè a quanto è già costata ai contribuenti transalpini la risoluzione del contratto con la Ecomouv, consorzio italo-francese guidato da Atlantia.

Ebbene ora la Royal assicura che i portali avranno una nuova vita. Attualmente allo studio ci sarebbero diverse soluzioni: potrebbero ad esempio essere utilizzati dalla polizia per "prevenire il traffico" oppure per le "previsioni del tempo," ha detto la Royale, senza escludere altri possibili 'ricicli'.

Tags:
ecomouvsegolene royal
in evidenza
Carolina, la musa del calcio Regina della serie B in tv

Stramare, nuova Diletta

Carolina, la musa del calcio
Regina della serie B in tv

i più visti
in vetrina
Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima

Meteo inverno 2021 2022, sarà l'anno della neve in pianura. Tanta, tantissima


casa, immobiliare
motori
Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar

Nissan svela il nuovo veicolo commerciale leggero Townstar


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.