A- A+
Esteri
Elezioni in Marocco, vittoria degli islamici

I risultati finali delle elezioni parlamentari che si sono tenute venerdì in Marocco hanno confermato la vittoria del Partito Giustizia e Sviluppo (Pjd) del primo ministro Abdelilah Benkirane e di ispirazione islamica. Secondo il ministro dell'Interno di Rabat, Mohamed Hassad, il Pjd ha conquistato 125 seggi su 395. La formazione rivale più accreditata, il Partito Autenticità e Modernità (Pam) che ha vinto le elezioni locali nel 2015 ed è ritenuta vicina a re Mohammed VI, ha ottenuto 102 seggi, mentre i conservatori di Istiqlal (Indipendenza - Pi), il partito più longevo della monarchia, si sono fermati a 46. Tra gli altri partiti, sono riusciti a entrare in Parlamento anche gli indipendenti dell'Rni e il Movimento Popolare (Mp). Il responso delle urne rende necessaria la formazione di una coalizione di governo.

Tags:
elezioni marocco
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.