A- A+
Esteri
"Limiteremo l'immigrazione dai paesi Ue". Uk, incubo Farage sul voto


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


"Il sistema australiano è equo e giusto ed è quello che vogliamo applicare. Noi dobbiamo poter controllare la quantità di persone che arrivano in Gran Bretagna". Con queste poche ma eloquenti parole Nigel Farage, leader carismatico e discusso dello Uk Independence Party, interpellato telefonicamente da Affaritaliani.it, spiega il suo progetto per controllare e limitare l'immigrazione, principalmente per motivi di lavoro, nel Regno Unito da parte dei cittadini dell'Unione europea, Italia compresa. Le elezioni generali del 7 maggio potrebbero segnare non solo la politica britannica ma dell'intera Ue. Nei sondaggi i Conservatori e i Laburisti sono testa a testa intorno al 33%. Ma, considerando il sistema elettorale uninominale a turno unico, molto probabilmente nessuno dei due riuscirà ad ottenere la maggioranza assoluta dei seggi a Westminster. Il problema è che i Liberal-democratici di Nick Clegg, attualmente al governo con i Tory di David Cameron, sono accreditati del 7-9% e quasi certamente non eleggeranno nemmeno un parlamentare, se non un numero risicatissimo e insufficiente per formare un governo di coalizione. L'Ukip di Farage, invece, è stabilmente intorno al 15% (alcuni sondaggi lo danno anche al 17) e potrebbe dopo il 7 maggio diventare l'ago della bilancia della politica d'Oltremanica. I casi sono due: o Cameron e la sinistra di Ed Miliband formano una grande coalizione modello Germania oppure uno dei due, chi avrà la maggioranza relativa ma non assoluta, si allea con lo Ukip. E Farage per formare un esecutivo di coalizione pone come prima condizione che si tenga in tempi ragionevoli un referendum per chiedere ai cittadini britannici di uscire dall'Unione europea. E' evidente che con i Conservatori un'intesa sarebbe più semplice, ma se a prevalere fosse Miliband le trattative comunque ci sarebbero. E l'altro punto chiave della politica di Farage è proprio quello della limitazione dell'immigrazione in Gran Bretagna da parte dei paesi Ue, come ha ben spiegato ad Affari. Se lo Ukip va al governo, quindi, soprattutto con Cameron, è possibile immaginare una battaglia di Londra con Bruxelles per modificare le regole sulla libera circolazione e ridurre il numero di lavoratori ammessi nel Regno Unito.

Tags:
farage uk immigrazione
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona

SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.