A- A+
Esteri

Ha preso il via all'Assemblea nazionale l'esame del progetto di legge sul matrimonio omosessuale e sull'adozione per le coppie omosessuali, un dibattito che dovrebbe durare un paio di settimane e che vedrà lo scontro frontale fra la maggioranza di sinistra e l'opposizione di destra, specchio di quanto già avvenuto nelle piazze francesi. Le posizioni dei due fronti sono note e nette. Sarà il ministro della Giustizia, signora Christiane Taubira, ad avviare il dibattito alle quattro di questo pomeriggio: "NOn vi è alcuna ragione giuridica perché le coppie eterosessuali debbano essere protette dallo stato e quelle omosessuali invece non possano beneficiare di questa protezione".

"E non vi sono ragioni neppure perché i figli di coppie etero debbano godere di sicurezze maggiori rispetto a quelli di coppie omo", ha aggiunto il ministro. L'opposizione, sostenuta dalla Chiesa cattolica, non alza bandiera bianca, soprattutto sul tema della filiazione: un bambino non può crescere 'normalmente' se non con genitori di sesso diverso. Per opporsi al progetto e rallentarne l'iter parlamentare, i deputati della destra hanno presentato oltre 5.000 emendamenti. Ma indipendentemente dalla durata del dibattito, il dado ormai è tratto: "La legge sarà votata e approvata anche con un'ampia maggioranza", ha previsto il premier Jean-Marc Ayrault. Secondo un ultimo sondaggio Ifop, pubblicato sabato, l'opinione pubblica francese è favorevole ai matrimoni omosessuali (63%), ma molto meno convinta sull'adozione per le coppie dello stesso sesso (49% a favore, 51% contraria). Per non mettere troppa carne al fuoco il governo ha rinviato un altro dossier della legge sulla famiglia, quello sulla procreazione medicalmente assistita.

Tags:
matrimony gaydestraaula

i più visti

casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.