A- A+
Esteri
G7, Obama detta l'agenda: "Crescita, accordi commerciali e..."

Tre cipressi giapponesi, simbolo stesso del Paese, piantati dai sette leader riuniti a Ise Shima per il G7. Un gesto di alto valore simbolico, soprattutto in quanto compiuto all'interno del tempio di Ise, Jingu, il piu' importante del Giappone. Pala alla mano, il presidente del Consiglio Matteo Renzi si e' prestato di buon grado alla cerimonia.

Subito dopo, c'e' stato un breve colloquio tra Renzi e Obama, con il presidente Americano che ha chiamato a se' il presidente del Consiglio, ponendogli amichevolmente la mano sulla spalla.

Alla cerimonia e' seguita una visita all'interno del tempio shintoista. 

Una passeggiata che ha fornito l'occasione per scambiare due parole con il presidente della Commissione Europea, Jean Claude Juncker e con il presidente della Repubblica di Francia, Francoise Hollande. Tutto mentre Abe guidava il presidente Americano Barack Obama attraverso le bellezze del tempio. La prima sessione dei lavori e' dunque cominciata con la colazione di lavoro dedicate ai temi dell'economia, con particolare attenzione alla crescita: una priorita' che Abe ha chiesto di condividere con i partner degli altri Paesi.

La preoccupazione per la ripresa che stenta ad arrivare, complice la frenata delle economie dei Paesi emergenti e il basso prezzo del petrolio, impone di adottare - e' la convinzione di Abe - misure di "flessibilita' fiscale". 

Intanto Obama detta l'agenda: "Crescita e accordi commerciali come il Tpp, le minacce regionali come quella della Corea del Nord e quella alla libertà di navigazione, il tema globale dei migranti, l’Iraq, l’applicazione dell’accordo di Parigi sul clima".

Tags:
g7 renzig7 obamag7 renzi obama
in evidenza
Dal football americano a Playboy, Sara Blake star bollente. FOTO

E su OnlyFans...

Dal football americano a Playboy, Sara Blake star bollente. FOTO


in vetrina
Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra

Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra


motori
Citroën Ami – 100% ëlectric èprotagonista di “RispettAMI"

Citroën Ami – 100% ëlectric èprotagonista di “RispettAMI"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.