A- A+
Esteri
Germania, la Petry umilia la Merkel. Ecco chi è la Marine Le Pen tedesca

Di Ellera Ferrante di Ruffana

Secondo gli exit poll il Partito Popolare di Destra Afd, con il 21% dei voti ha superato la Cdu della Cancelliera Angela Merkel, bloccata al 19% nelle Elezioni Regionali a Meclemburgo.

Che si sia adeguata allo "sprofondo" del nostro Premier Renzi per non farlo sentire "solo" in Europa e nel mondo!?

Apprezziamo finalmente "l' impegno di solidarietà" ben riuscito.

Al primo posto anche se in calo, l'Spd è al 30,4%.

Che qualcosa cominci a funzionare davvero!?

La leader dei Populisti di Destra Frauke Petry (un'altra Marine!?), ha portato costantemente l'Alternativa per la Germania a conquistare consensi con le sue politiche antimigranti, "rubando" in maniera equa voti all'intero arco costituzionale Tedesco.

Di più, non vogliamo capire, che la stessa Frauke Petry non ha confezionato nulla di nuovo. Si è esclusivamente resa interprete e portavoce di quanto ormai in larga parte in Europa, fino addirittura ai Paesi Baltici le nuove destre rappresentano, come esclusiva esigenza dei cittadini.

Se per governare la Germania negli ultimi anni la Merkel ha fatto ricorso alla così detta "Grosse Koaltion", intesa come accordo tra lobbyes e boiardi di Stato, l'estrema destra ha anch'essa adottato il medesimo schema dragando consensi e voti dappertutto dall'estrema destra all'estrema sinistra, non trascurando il bacino elettorale della Cancelliera, quello della Cdu.

Nonostante tutto, esempio di grande democrazia se pensiamo di contro che in Italia movimenti del genere sarebbero stati immediatamente censurati, magari con pletore di indagini e tintinnii di manette ingiustificati in nome di "status quo"secolarizzati.

Petry, ha auspicato che i profughi cui viene negato il diritto di asilo, vengano portati su "due isole fuori dall' Europa protette dall' Onu"sulla falsariga di quanto già accade in Australia.

Per fermare i clandestini, inoltre a suo "saggio" dire, la polizia di frontiera quale ultima ed estrema ratio, "deve usare le armi".

Antieuropeista convinta, la Petry ha posizioni ultraconservatrici a riguardo di "famiglia e aborto" e quest' anno il suo partito spinto dalle sue uscite, in tre elezioni Regionali è andato sempre sopra il 10% con una punta strabiliante nel marzo scorso del 24,3% in Sassonia-Anhalt.

Ora  nel Meclemburgo, la Spd, partito più votato con il 30%, potrà governare sola ridando vita alla grande coalizione con la Cdu che guida la Regione ormai da dieci anni.

Per conto suo la Merkel, quasi come carta della disperazione, è intenzionata a proporre al satrapo turco Erdogan la possibilità di libera circolazione in Europa dei cittadini turchi, una sorta di "all in", dunque, assolutamente pericoloso.

Insomma da acqua alla gola.

"Wir schaffen das ..... possiamo farcela", il motto coniato da Frau Merkel per la soluzione della "campagna" profughi.

E per una volta pensiamo di prenderlo in prestito dalla Cancelliera, nel senso forse che dopo una miriade di tentativi abortiti, certamente mal riusciti, da parte dei governi europei, la Merkel ancora una volta, incontrastata come sempre ha trovato il modo ...... di mandar"si" a casa ......

".... Tanto tuonò che al fine piovve ...."

Tags:
germania elezioni merkel frauke petry

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.