A- A+
Esteri

La Confindustria britannica continua la sua battaglia a favore della permanenza del Regno Unito nell'Unione europea: c'e' bisogno di riforme, ma i vantaggi economici dell'adesione sono superiori - fa sapere- agli svantaggi. La presa di posizione rafforza dunque il premier David Cameron, che dice di voler rimanere nell'Unione ma ha promesso di rinegoziare i termini dell'adesione e sottoporre le novita' a un referendum popolare entro il 2017, se sara' rieletto.

In apertura della sua conferenza nazionale, la Confederation of British Industry (CBI) ha detto che l'adesione vale il 4/5% del Pil annuo del Paese (tra i 73 e i 91 miliardi di euro). "Abbiamo esaminato i vantaggi e gli svantaggi dell'adesione all'Ue, al di la' dell retorica politica; ma le aziende britanniche non hanno dubbi: il mercato unico e' fondamentale per il nostro futuro", ha osservato il direttore generale della Cbi, John Cridland.

Tags:
industriali britannici
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Nuova Opel Astra Sports Tourer è “Auto Familiare del 2022”

Nuova Opel Astra Sports Tourer è “Auto Familiare del 2022”

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.