A- A+
Esteri

Il regime fiscale del principe Carlo d'Inghilterra alla lente di ingrandimento: un'influente commissione parlamentare britannica -la stessa che negli ultimi mesi ha indagato sulle tasse versate da Amazon, Starbuks e Google, ha chiesto che il Cancelliere dello Scacchiere apra un dossier sulle esenzioni di cui gode l'erede alla corona d'Inghlterra nel ducato di Cornovaglia.

Il vasto ducato, creato nel 1337 da re Edoardo III per garantire un reddito al sovrano e ai suoi eredi, non paga alcuna imposta sulle societa' e sulle plusvalenze. Secondo le stime, i possedimenti della proprieta' -una delle tenute piu' grandi della Gran Bretagna- valgono circa 900 milioni di euro, con fattorie, cottage e pub, ma anche isole, un impianto elettrico ecologia, e persino l'Oval, un campo da cricket a Kennington, a Londra; e poiche' la gran parte di questi beni vengono gestiti commercialmente, il ducato produce reddito. Il principe su basa volontaria dal 1993 paga le imposte sul reddito personale dal ducato, al netto delle spese di rappresentanza della sua famiglia; e nell'anno fiscale 2012-2013, ha sborsato 4,4 milioni di sterline. Austin Michell, un parlamentare laburista, ha pero' definito il regime di esenzione fiscale goduto da Ducato di Cornovaglia "un'anomalia medioevale".

Tags:
carlo gran bretagna
in evidenza
Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality

"Ci sarà anche Maxi Lopez"

Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality


in vetrina
Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra

Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra


motori
Nuove Alpine A110 R, progettata per la pista omologata per la strada

Nuove Alpine A110 R, progettata per la pista omologata per la strada

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.