A- A+
Esteri


I medici tedeschi che hanno in cura Serghei Filin, il direttore artistico del balletto del Bolshoi, che ha rischiato di rimanere cieco in seguito a un attacco con l'acido il mese scorso, hanno detto che la sua salute sta migliorando, ma che "probabilmente la vista non sara' recuperata al 100%". Secondo quanto ha reso noto Vladimir Neroyev, direttore del reparto oftalmologia del ministero della Sanita' di Mosca - citato dall'agenzia Ria Novosti - in Germania Filin e' stato sottoposto a un'altra operazione, con l'assistenza di uno specialista russo. L'ex ballerino, 42 anni, e' ricoverato dal 17 gennaio, quando dopo l'aggressione subita a Mosca da parte di uno sconosciuto, ha riportato ustioni di terzo grado e serie ferite agli occhi. Filin ha legato l'accaduto a uno scandalo a luci rosse che aveva travolto il suo predecessore, Gennady Yanin, costretto a dimettersi nel 2011 dopo che erano state pubblicate su internet foto di pornografia gay con qualcuno che gli assomigliava molto. Il direttore del corpo di ballo del Boslhoi - diventato simbolo dei mali che affiggono uno dei tempi della danza mondiale - si e' detto certo di sapere chi e' il mandante dell'aggressione, ma ha rifiutato di fare nomi. Il responsabile rischia fino a otto anni di detenzione.

Tags:
russiabolshoi

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.