A- A+
Esteri

A due giorni dalla cruciale scadenza del 10 gennaio perché Hugo Chavez presti giuramento e s'insedi per un nuovo mandato presidenziale, in Venezuela continuano a infuriare le polemiche su un sempre piu' probabile rinvio della cerimonia, che il governo ritiene una mera formalità facilmente superabile, mentre per le opposizioni si tratterebbe di una palese violazione costituzionale. In tale quadro, rimangono "stazionarie" le condizioni del 58enne paziente, ricoverato in clinica all'Avana e sparito di scena ormai da quasi un mese, la sua assenza piu' lunga in quattordici anni al potere. "Il presidente si trova in una situazione stazionaria rispetto a quanto descritto nel piu' recente rapporto", ha dichiarato in tono laconico alla televisione di Stato il ministro per l'Informazione, Ernesto Villegas, "quando fu resa nota l'insufficienza respiratoria che il Comandante Chavez deve affrontare come conseguenza di una seria infezione polmonare, sopravvenuta nel decorso post-operatorio", ha ricordato Villegas, citando se stesso e le scarne informazioni da lui divulgate il 3 gennaio. "La terapia", ha proseguito, "gli e' somministrata in forma permanente e rigorosa, e il paziente la sta assimilando", ha puntualizzato il ministro-portavoce, aggiungendo quindi che "il governo bolivariano si mantiene in contatto continuativo con l'equipe medica che segue il Comandante Chavez, cosi' come con i familiari che lo accompagnano" a Cuba. Villegas ha quindi rinnovato l'impegno delle autorita' di Caracas a "mantenere informato sulla salute del Comandante Chavez il popolo venezuelano", che ha di nuovo invitato a "ignorare i messaggi di guerra psicologica che dall'estero puntano a turbare la grande famiglia del Venezuela". Nel frattempo il capo del Parlamento e numero tre del Partito Socialista Unito facente capo al leader di Caracas, Diosdado Cabello, ha annunciato una grande manifestazione di massa in appoggio a Chavez per dopodomani, non a caso cioe' nel medesimo giorno in cui questi dovrebbe giurare da presidente. "L'intero Venezuela", ha proclamato, "converra' qui, davanti al Palazzo Presidenziale di Miraflores, dove il popolo sosterra' il presidente, sosterra' il Comandante Chavez, in maniera travolgente, con la popolazione nelle strade". Anzi, ha aggiunto Cabello, all'iniziativa prenderanno parte anche capi di Stato e di governo stranieri: di sicuro ci sara' il presidente uruguaiano Jose' Mujica, che per suo conto aveva gia' confermato la propria presenza a Caracas il 10 gennaio.

Tags:
venezuelachavez

i più visti

casa, immobiliare
motori
Peugeot rinnova la gamma 508

Peugeot rinnova la gamma 508


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.