A- A+
Esteri
Kiev, il dramma dell’ospedale pediatrico. "Bimbi malati di cancro all'estero"
Ospedale pediatrico di Kiev bombardato

Kiev, i bimbi malati di cancro costretti ad andare all'estero per curarsi

La guerra in Ucraina continua senza sosta e il terribile attacco dell'8 luglio, con il bombardamento di un ospedale pediatrico con bambini malati di tumore in cura, sta avendo conseguenze anche a livello internazionale. Nel vertice Nato in corso a Washington, diversi Paesi tra cui l'Italia, si sono impegnati a fornire difese aeree a Zelensky, proprio per cercare di difendere i civili dagli attacchi dei russi. Sotto le macerie dell'ospedale Okhmatdyt sono stati trovati anche bambini e quelli che si sono salvati sono ancora più sotto choc. I bambini malati - riporta Il Corriere della Sera - sono stati indirizzati all’Istituto locale per la cura del cancro. "Ma non è la stessa cosa dell’Okhmatdyt, che era famoso in tutto il mondo per essere specializzato con i bambini. Magari troveremo posto in un ospedale all’estero", dice la mamma di una bambina in cura.

Leggi anche: Ucraina, bomba su ospedale pediatrico. Condanna dell'Onu: "Crimine di guerra"

Le loro storie raccontano di speranze deluse, operazioni non risolutive, attese, sofferenze indicibili. Oxana ha 39 anni e spiega del suo piccolo Nikita: da sette mesi ha un tumore alle ossa. "L’esplosione - dice la donna a Il Corriere - ha scosso più lei del bambino. Lui ha pianto un poco, adesso è tranquillo. Lei invece si è come dimenticata che aveva accettato la situazione, da ieri ha ripreso a parlare non più di sonniferi e sedativi, ma piuttosto di chemio risolutive. Non sappiamo se sia meglio lasciarla nelle sue illusioni o meno", dice la psicologa Julia Tkachenko, che da due giorni è mobilitata a tempo pieno per fare fronte all’emergenza.






in evidenza
Tensioni Pascale-Turci dopo il divorzio. Rissa per la mega-villa lasciata da Berlusconi

non poteva finire peggio

Tensioni Pascale-Turci dopo il divorzio. Rissa per la mega-villa lasciata da Berlusconi


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
La Nuova MINI Cooper S 5 porte: spazio e divertimento alla guida

La Nuova MINI Cooper S 5 porte: spazio e divertimento alla guida

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.