A- A+
Esteri

Anatoly Isaikin, responsabile dell'agenzia statale russa che sovrintende all'esportazione di armi spiega che Mosca sta fornendo armamenti alla Siria e continuerà a farlo nonostante la guerra civile. La Russia è la principale fornitrice bellica ed è storicamente alleata del presidente Bashar al-Assad. "Stiamo continuando a rispettare i nostri obblighi sui contratti per la consegna di materiale militare", ha detto Isaikin, direttore di Rosoboronexport, durante una conferenza stampa. Il dirigente ha detto che tra i materiali ci sono sistemi di difesa aerea anti-missile ma non armi d'attacco, come aerei o elicotteri. Le esportazioni non contravvengono al diritto internazionale o alle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza Onu, ha detto Isaikin. Mosca ha bloccato tre risoluzioni del Consiglio che puntavano a esercitare pressione su Assad, e dice che le sue dimissioni non possono rappresentare una pre-condizione per un accordo negoziato del conflitto, che dura da quasi due anni e ha provocato la morte di oltre 60.000 persone.

Tags:
russiasiriainternazionale

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.