ASCOLTA ALLE 15:37 L'APPROFONDIMENTO DELLA NOTIZIA SU AiRadio

L'Italia non concedera' le basi aeree per un eventuale attacco militare alla Siria senza un mandato Onu: lo ha ribadito il presidente del Consiglio, Enrico Letta, intervistato dalla Bbc a margine del forum di Cernobbio. A una precisa domanda in tal senso, il premier ha detto che "senza un'autorizzazione delle Nazioni Unite, la partecipazione attiva dell'Italia sara' impossibile". Letta comunque ha invitato a evitare spaccature tra Ue e Usa e ha riaffermato la necessita' di dare una "reazione chiara e forte" a quanto accaduto il 21 agosto. "Ma -ha aggiunto - pensiamo che Paesi come la Francia e gli Usa che vogliono rafforzare questa condanna possano farlo in coerenza con le procedure dell'Onu".

Il presidente del Consiglio, Enrico Letta, e' "sicuro" che il Pdl "decidera' per il meglio" e ritiene che "non lascera' la coalizione": lo ha detto in un'intervista alla Bbc, a margine del forum Ambrosetti, a Cernobbio. Letta ha aggiunto che continuera' a lavorare "sicuro che il governo rimanga in piedi e che i partiti continuino a dare il loro sostegno". Per il premier, in un sistema in cui vige la separazione dei poteri, questo e' un problema del Parlamento e non dell'esecutivo: "La legge deve esser applicata e il Senato decidera' in che modo; ma non e' un problema del mio governo", bensi' del Parlamento.

2013-09-09T10:52:24.58+02:002013-09-09T10:52:00+02:00truetrue1356116falsefalse353Esteri/esteri4129922610262013-09-09T10:52:24.643+02:0013562013-09-09T15:04:33.87+02:000/esteri/letta-niente-basi-090913false2013-09-09T15:04:35.89+02:00299226it-IT102013-09-09T10:52:00"] }
A- A+
Esteri

ASCOLTA ALLE 15:37 L'APPROFONDIMENTO DELLA NOTIZIA SU AiRadio

L'Italia non concedera' le basi aeree per un eventuale attacco militare alla Siria senza un mandato Onu: lo ha ribadito il presidente del Consiglio, Enrico Letta, intervistato dalla Bbc a margine del forum di Cernobbio. A una precisa domanda in tal senso, il premier ha detto che "senza un'autorizzazione delle Nazioni Unite, la partecipazione attiva dell'Italia sara' impossibile". Letta comunque ha invitato a evitare spaccature tra Ue e Usa e ha riaffermato la necessita' di dare una "reazione chiara e forte" a quanto accaduto il 21 agosto. "Ma -ha aggiunto - pensiamo che Paesi come la Francia e gli Usa che vogliono rafforzare questa condanna possano farlo in coerenza con le procedure dell'Onu".

Il presidente del Consiglio, Enrico Letta, e' "sicuro" che il Pdl "decidera' per il meglio" e ritiene che "non lascera' la coalizione": lo ha detto in un'intervista alla Bbc, a margine del forum Ambrosetti, a Cernobbio. Letta ha aggiunto che continuera' a lavorare "sicuro che il governo rimanga in piedi e che i partiti continuino a dare il loro sostegno". Per il premier, in un sistema in cui vige la separazione dei poteri, questo e' un problema del Parlamento e non dell'esecutivo: "La legge deve esser applicata e il Senato decidera' in che modo; ma non e' un problema del mio governo", bensi' del Parlamento.

Tags:
letta siria onu
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.