A- A+
Esteri

Intisar Al Hassairi è stata trovata morta insieme a sua zia nella sua auto nel quartiere di Abu Selim. I corpi erano crivellati di colpi da arma da fuoco, tanto che è stato difficile in un primo momento risalire all’identità delle vittime.

Al Hassairi era un’attivista del movimento “Donne libiche per l’Illuminismo” impegnata nella promozione e nella difesa dei diritti delle donne e della pace, tra le tante attività di Al Hassairi vi era anche una biblioteca-bar nel centro di Tripoli: una cooperativa al femminile, dove la stessa Al Hassairi invitava la gente a donare libri, nella speranza che la cultura vincesse sulla violenza.

Non è ancora chiaro chi abbia ucciso la giovane attivista universitaria, fatto sta che Al Hassairi nel suo blog di denunce ne aveva fatte tante, scagliandosi in primis contro il Califfato di Ansar Sharia a Bengasi e i miliziani dell’Isis, ma anche contro le milizie filo islamiche che imperversano nella capitale. In un post contestava la sparatoria compiuta dagli uomini di operazione Alba libica contro i manifestanti di Tripoli che chiedevano il loro disarmo, accusando i capi militari - Bady, Belhaj e Kara - come responsabili della crisi del Paese.

Tags:
intissar al hassairilibiaattivista
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Peugeot rinnova la gamma 508

Peugeot rinnova la gamma 508


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.