A- A+
Esteri
Londra, metrò ancora in sciopero. E' rischio paralisi

L’annunciato sciopero della metropolitana sta rendendo complicata la vita a milioni di lavoratori londinesi. La rete sotterranea si è fermata per la seconda volta in un mese in protesta contro i programmi per un nuovo servizio notturno. I pendolari si sono così riversati su macchine, biciclette, bus affollati e, dove possibile, traghetti per raggiungere le destinazioni: ogni giorno sulla rete metropolitana viaggiano circa 4 milioni di passeggeri.
 
Transport for London ha annunciato centinaia di corse supplementari di autobus e di battelli sul Tamigi, ma a Londra si sono ripresentati tutti i disagi gia' registrati ai primi di luglio. L'intero personale aveva infatti protestato e incrociato le braccia contro le nuove turnazioni notturne che partiranno dal prossimo 12 settembre, quando la metropolitana iniziera' a operare per 24 ore su 24 il venerdi' e il sabato.

Sul tavolo ci sono anche vecchie dispute relative alle retribuzioni e alla chiusura delle biglietterie gestite dal personale - che è già stata avviata - e che verranno gradualmente sostituite da quelle automatiche. I londinesi intanto erano stati avvisati: nella giornata di giovedì è meglio restare in casa e chi puo' dovrebbe lavorare dal proprio appartamento.

Tags:
londra
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Maserati svela la nuova GranTurismo

Maserati svela la nuova GranTurismo

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.