A- A+
Esteri
Macron in foto con "teppisti" neri: Le Pen e Meloni indignate, web lo umilia

Emmanuel Macron si fa fotografare con due ragazzi neri, uno a torso nudo e l'altro in canotta, intenti a rivolgere gestacci all'obiettivo che li immortala, e si scatena il putiferio in Francia e, via via, anche nel resto d'Europa.

L'antefatto: il Presidente francese si trova sull'isola caraibica di Saint Martin un anno dopo il tremendo Uragano Irma e la sua scia di morte e distruzione, e si reca di persona casa per casa per portare il suo saluto e la sua solidarietà alla popolazione colpita dalla sciagura.

macron gay neri
 

Peccato non si renda conto che, fra un abbraccio e l'altro e una raccomandazione di non delinquere e l'altra, ai teppistelli locali, questi ultimi - mentre vengono immortalati a fianco di Macron - finiscano per fare per l'appunto gestacci all'obiettivo dissacrando la foto ufficiale assieme al Presidente

Subito gli avversari politici ne profittano, per prima Marine Le Pen che su facebook si lascia andare a una reprimenda durissima: "Non troviamo più parole per esprimere la nostra indignazione" scrive la leader del Front National. "La Francia non merita certo tutto questo. E' imperdonabile".

La imita a stretto giro Giorgia Meloni, che in un tweet, ripubblica la foto incriminata con la didascalia: "Il leader della LORO Europa". Ma è soprattutto il web a umiliare Macron e la sua foto avventata (che egli difende e sostiene, peraltro). Molti rivangano le accuse di omosessualità nascosta e tirano fuori ogni declinazione possibile di insulto omofobico-razzista, altri pubblicano ulteriori foto di Macron abbracciato a ragazzi neri a torso nudo e partono nuovi e ancor più offensivi sfottò di cui sopra; perlopiù dilagano i commenti indignati per l'assenza totale di rispetto dell'istituzione della "Presidenza della Repubblica francese", e che sottolineano come Macron stia "trascinando in basso l'immagine dell'Esagono" (come talvolta viene chiamata la Francia Oltralpe). 

macron gay neri
 

Le polemiche sul caso Benalla non si sono mai sopite, i pettegolezzi malevoli su una presunta liaison tra l'ex guardia del corpo e Macron infuriano in tutti gli ambienti - istituzionali o meno, ed ecco che l'inquilino dell'Eliseo in calo gravissimo di popolarità pare provocatoriamente giocare con il fuoco facendosi ritrarre in pose imbarazzanti conoscendo in anticipo la reazione degli avversari politici e del web, già carichi a pallettoni contro di lui. Totale sprezzo dell'opinione altrui, sicumera, ingenuo candore o - peggio - perdita totale del contatto con la realtà? E, d'altra parte, è lecito che ogni scusa sia buona per scatenare sfottò omofobici e razzisti da caserma (con tutto il rispetto per le caserme) e che il dibattito politico finisca per abbassarsi a un livello tanto infimo? In un modo o nell'altro, e da qualunque angolo si guardi la situazione, sono tempi decisamente foschi, e il timore è che altri ancor peggiori ci attendano. 

Commenti
    Tags:
    emmanuel macronsaint martinuragano irmafotomarine le pengiorgia melonimacron gayomosessualitàomofobiarazzismo
    in evidenza
    Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

    Neymar superato da Leo

    Messi il Re Mida del calcio
    110 milioni per tre anni al PSG

    i più visti
    in vetrina
    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

    Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


    casa, immobiliare
    motori
    La nuova Peugeot 308 diventa premium

    La nuova Peugeot 308 diventa premium


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.