A- A+
Esteri

In Mali proseguono i raid aerei francesi contro i ribelli islamisti: per il terzo giorno consecutivo i Mirage di Parigi hanno colpito le postazioni del gruppo salafita Ansar Dine e il ministro della Difesa francese, Jean-Yves Le Drian, ha assicurato che gli attacchi andranno avanti per costringere i ribelli a ritirarsi e permettere alle truppe maliane e africane di ripristinare l'integrita' territoriale del Paese".

Intanto fonti della sicurezza maliana hanno riferito che uno dei capi dei ribelli e' rimasto ucciso nella battaglia in cui l'esercito ha ripreso il controllo della citta' di Konna. "I guerriglieri islamisti hanno subito un duro colpo con la morte di Abdel 'Kojak' Krim", ha commentato la fonte, spiegando che si tratta del luogotenente del capo di Ansar Dine, Iyad Ag Ghaly. In queste ore sono in arrivo le truppe inviate da altri Paesi africani: Burkina Faso, Niger e Senegal si sono impegnati a inviare ognuno 500 uomini per la forza di intervento africana.

SENEGAL INVIA 500 SOLDATI PER COMBATTERE ISLAMISTI - Il Senegal inviera' in Mali 500 soldati per affiancare l'esercito di Bamako e le truppe francesi nell'offensiva contro i ribelli islamisti che controllano il nord del Paese africano. L'annuncio della partenza del battaglione e' stato dato ministro degli Esteri senegalese, Mankeur Ndiaye, il quale ha espresso sostegno alla decisione francese di intervenire militarmente e ha sottolineato che l'obiettivo e' "estirpare tutti i gruppi terroristici dal nord del Mali".

Tags:
mailiraidfrancia

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.