A- A+
Esteri
Nigeria, ucciso in un raid il leader di Boko Haram, Abubakar Shekay

Il leader di Boko Haram, Abubakar Shekay, e' stato "ferito mortalmente" venerdi' scorso in un raid aereo spettacolare e senza precedenti nel quale sono rimasti uccisi o feriti anche altri comandanti militari del gruppo estremista islamico. E' quanto rivendica l'esercito nigeriano ai media locali, che al momento non sono in grado di verificare la notizia.

L'esercito ha bombardato diversi obiettivi nella zona del villaggio di Taye e della zona di Gombale, nella foresta di Sambisa, nello stato del Borno, riporta il New Mail, secondo il quale i militari hanno confermato la morte sul colpo di Abubakar Mubi, malam Nuhu, Malam Hamman, tra gli altri. Mentre si ritiene, aggiunge il quotidiano, che il loro leader, chiamato "Abubakar Shekau", sia stato ferito a morte.

Tags:
nigeria ucciso leader boko haramabubakar shekau
in evidenza
Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

La ricerca sfata i luoghi comuni

Iodio, non solo nell'aria di mare
Come alimentarsi correttamente

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra

Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.