A- A+
Esteri
Obama: "Distruggeremo l'Isis senza rinunciare ai nostri valori"

"Distruggeremo l'Is sul campo di battagli senza rinunciare ai nostri valori, grazie alla nostra coalizione". Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti Barack Obama in una conferenza stampa a Kuala Lumpur. "Visto che non riescono a combatterci sul campo - ha aggiunto Obama - i terroristi cercano di instillare il terrore ma non riusciranno. Non inizieremo ad avere paura, non inizieremo a discriminare per la religione, dobbiamo rifiutare la loro ideologia, non siamo in guerra contro una religione, l'America non lo è ed è contraria a qualsiasi pregiudizio e qualsiasi discriminazione".

Poi la promessa di una vittoria totale contro il terrore:  "Strapperemo la terra che hanno rubato, taglieremo i loro mezzi di finanziamento, strapperemo le loro reti, decapiteremo i loro vertici e alla fine li distruggeremo. Tutti faremo la nostra parte. Noi continueremo a guidare la coalizione, stiamo rafforzando collaborazione con la Francia e altri partner. Difenderemo la dignità di tutti i popoli, di tutte le persone. In questo senso riusciremo a sconfiggerli. Non c'è posto per un'ideologia come l'Isis all'interno del nostro mondo - ha concluso Obama - che vuole vivere in pace, in armonia e in sicurezza".

Per quanto riguarda il rapporto con Mosca il presidente americano ribadisce che i russi "devono adattare le loro priorità al momento. Come ho già detto 5 anni fa, la questione con Assad non è solo come tratta la sua gente, non è solo questione di diritti umani, dal punto di vista più pratico non è concepibile che Assad possa riguadagnare legittimità in un Paese in cui la maggior parte della popolazione non lo vuole. La guerra civile non si fermerà se Assad rimane lì dov'è. Si tratta di vedere se possiamo instaurare progetto di transizione politica che possa riconoscere diritto di nuovo governo e portare al cessare il fuoco". Ma l'America non vuole il caos. E se l'allontanamento di Assad "è inevitabile", conclude Obama, "tutti abbiamo tutti interesse a mantenere uno Stato siriano".

Intanto da Parigi arriva la notizia che tutti i capi di Stato e di governo saranno presenti al vertice sul clima che si terrà nella capitale francese dal 30 novembre all'11 dicembre, durante il quale si discuterà di un abizioso taglio delle emissioni del riscaldamento globale. "Nessuno di loro ha annullato" il viaggio nella Francia colpita dagli attentati dell'Isis, ha riferito una fonte dell'Eliseo. A Parigi saranno presenti da 40.000 a 45.000 persone in qualche modo interessate ai negoziati.

Tags:
obama terrorismo
in evidenza
Tra iperemesi e anoressia Paura nel Regno Unito per Kate

La principessa pesa 45 chili, preoccupati sudditi e fan

Tra iperemesi e anoressia
Paura nel Regno Unito per Kate


in vetrina
Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla

Malocclusione dentale: cos’è, quali sono le sue conseguenze e come trattarla


motori
Nissan Futures, il futuro della mobilità sostenibile

Nissan Futures, il futuro della mobilità sostenibile

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.