A- A+
Esteri

Come mai? Come mai un giornale che fino a ieri gli stessi francesi consideravano “merde”, oggi è diventato nettare? Come mai vignette dileggianti il sacro, disprezzate sino  a ieri, per la volgarità, lo squallore, sono diventate cosa buona e giusta, lodevoli, encomiabili? Un’azione terroristica nefanda, esecrabile, le ha di colpo trasformate? Non sono più le vignette di prima? Come mai quel crocifisso che tanti nel nostro Paese si sono battuti strenuamente affinché non fosse rimosso dalle aule scolastiche, adesso possiamo vederlo con ammirazione sbeffeggiato in una vignetta? Siamo tutti d’accordo, e ci mancherebbe altro non lo fossimo,  che quella strage è da condannare, siamo tutti d’accordo, e ci mancherebbe non lo fossimo, che la libertà d'espressione è un valore irrinunciabile, ma non lo è anche la convivenza civile alla quale dobbiamo educare i nostri figli, il rispetto per il prossimo? La “liberté” è un grande valore, ma non lo è anche la “fraternité”? Se tu non credi in Dio perché devi schernire volgarmente sguaiatamente il Dio in cui credo io? La legge ovviamente, sin troppo ovviamente, non può censurare la satira, ma non tutto ciò che è permesso dalla legge civile, è permesso dalla legge morale.

Elisa Merlo

Tags:
parigi
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.