A- A+
Esteri
Rania di Giordania attacca l'Isis

Un attacco allo Stato islamico che sta cercando di "dirottare" il mondo arabo e di "trascinarci indietro nel Medioevo" attraverso "l'uso spregiudicato dei social media". A tuonare contro l'Is è Rania, regina di Giordania e moglie del re Abdullah II, che nel corso del Media Summit di Abu Dhabi - negli Emirati Arabi Uniti (Uae) - ha parlato dei video dell'orrore diffusi dagli estremisti del jihad e delle immagini in cui vengono mostrate al mondo le decapitazioni dei prigionieri. A riferirlo è il Daily Mail.

"Una minoranza di estremisti religiosi è particolarmente efficiente nello sfruttamento dei social network per ridefinire la nostra identità, diffondere informazioni infondate e dirottare l'Islam lontano dalle sue radici" ha dichiarato la regina, che ha poi proseguito sottolineando come la continua diffusione di post su Facebook, Twitter e Instagram che inneggiano alla violenza, sono un modo per arruolare nuovi jihadisti e per convertire alla causa dell'autoproclamato 'califfato'.

Immagini cruente, che "non ci rappresentano", ha voluto insistere Rania. Perché "estranee e ripugnanti per la stragrande maggioranza degli arabi - musulmani e cristiani". Immagini che dovrebbero far "ribollire" tutta la "regione araba", perché "sono un attacco ai nostri valori come popolo e alla nostra storia collettiva. Questa è la loro versione della storia del mondo arabo. E il mondo è in ascolto delle loro trame, delle loro narrazioni, dei loro eroi".

Ma non è tutto. Perché l'affondo della regina va a toccare anche il 'silenzio' degli arabi moderati. Un silenzio che li rende "complici" del successo dell'Is: "Sebbene Osama bin Laden sia morto - ha detto Rania - la sua ideologia è più viva che mai e crea danni seri e profondi all'immagine del mondo arabo". Da qui la necessità, da parte di governi, associazioni e singoli di essere "più attivi e presenti" sui social network per "sfidare e battere Is", per ribaltare l'immagine che i miliziani diffondono all'esterno.

Ecco perché Rania ha poi invitato tutti a postare sul proprio profilo Facebook un'immagine positiva del mondo arabo: "Dobbiamo creare una nuova storia e trasmetterla a tutti. Perché se non decidiamo quale sia la nostra identità e quale sarà la nostra eredità, gli estremisti lo faranno per noi".

Tags:
rania
in evidenza
Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

La ricerca sfata i luoghi comuni

Iodio, non solo nell'aria di mare
Come alimentarsi correttamente

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”

Citroen protagonista alle “giornate europee del patrimonio”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.