A- A+
Esteri
Rappresaglia Ue contro la Svizzera: bloccato un altro accordo

E' stata posticipata a data da destinarsi la decisione del Consiglio Ue sul conferimento del mandato negoziale alla Commissione europea per le trattative su un accordo istituzionale con la Svizzera che mira a rivedere globalmente le relazioni tra Ue e Berna. Lo riferisce una fonte diplomatica. Nella riunione di domani a Bruxelles degli ambasciatori dei paesi Ue si discutera' invece delle prossime mosse a seguito del referendum svizzero sull'immigrazione di domenica scorsa. Secondo la stessa fonte, il direttore operativo del servizio di azione esterna dell'Ue, David O'Sullivan, partecipera' alla riunione, per aggiornare i rappresentanti dei 28 sugli scenari aperti dal referendum di domenica scorsa nell'ambito delle relazioni Ue/Svizzera.

Il governo svizzero sta preparando un disegno di legge sull'immigrazione per limitare le quote di entrata che sara' elaborato entro fine giugno e presentato entro la fine dell'anno. Cosi' il Consiglio federale, riunitosi oggi per la prima volta dopo il voto di domenica, ha fissato le prime tappe del cambiamento che prevedono anche numerose discussioni con l'Ue. "E' una situazione difficile - ha detto oggi il ministro degli Esteri e attuale presidente della Confederazione Didier Burkhalter in una conferenza stampa in cui ha anche annunciato che prendera' contatti con l'Ue in vista dell'apertura di nuovi negoziati.

Di fatto il ministero della Giustizia, quello degli Esterie quello dell'Economia e della Ricerca dovranno preparare un piano per la messa in opera delle nuove regole, compresa la necessita' di far partire degli ordini applicativi. Esteri e Interno si impegneranno anche affinche' un comitato misto sulla libera circolazione delle persone si riunisca il prima possibile. Il governo svizzero si trova in questo momento in una situazione piuttosto imbarazzante con Bruxelles che ha iniziato da domenica a minacciare misure ritorsive per il risultato del referendum. L'esecutivo ha tre anni per adattare il risultato del voto alla legge evitando di far saltar egli accordi di libero scambio firmati dal 2002 con l'Ue. Il presidente della Commissione Jose Manuel Durao Barroso ha fatto sapere che il voto svizzero avra' "serie conseguenze" nelle relazioni con l'Ue.

Tags:
uesvizzera
in evidenza
Gregoraci lascia la casa di Briatore Racconto in lacrime sui social

Costume

Gregoraci lascia la casa di Briatore
Racconto in lacrime sui social

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida

Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.