A- A+
Esteri
Romania, elezioni: trionfo dei socialdemocratici

Largo successo del Partito socialdemocratico (Psd) nelle elezioni politiche  in Romania, dove sono state ampiamente confermate le previsioni dei sondaggi. Stando agli exit poll diffusi a Bucarest dopo la chiusura dei seggi al Psd e' andato quasi il 45% dei voti, un margine di vantaggio molto ampio rispetto al Partito nazionale liberale (Pnl) attestato a poco piu' del 20%. Il Pnl e' punto di riferimento del centrodestra romeno e ad esso fa capo il president Klaus Iohannis. Positivo il risultato fatto registrare dall'Unione per la salvezza della Romania (Usr), nuova formazione politica che alla sua prima partecipazione elettorale a livello nazionale ha superato ampiamente la soglia di sbarramento attestandosi intorno al 10%. I socialdemocratici si sono affermati con largo margine nonostante le accuse di corruzione e malapolitica che un anno fa avevano costretto alle dimissioni l'ex premier del Psd Victor Ponta. Il leader socialdemocratico Liviu Dragnea si e' mostrato soddisfatto del risultato. "E' chiaro che non vi sia alcun dubbio su chi ha vinto le elezioni', ha detto dopo la diffusione degli exit poll. "I romeni vogliono sentirsi a casa propria nel loro Paese e io voglio che la Romania sia la casa per tutti i romeni".

Nei mesi scorsi lo stesso Dragnea era stato condannato a due anni con la condizionale per accuse di brogli elettorali in un referendum del 2012 sull'impeachment dell'ex presidente Traian Basescu. Votando in giornata al seggio elettorale il leader socialdemocratico aveva promesso crescita economica, piu' posti di lavoro, aumenti per salari e pensioni, miglioramenti per sanita' e istruzione. I socialdemocratici con ogni probabilita' formeranno un nuovo governo in coalizione con l'Alleanza democratica liberale (Alde), che ha ottenuto circa il 6%, potendo cosi contare su oltre il 50% dei seggi in parlamento. Una relativa boccata d'ossigeno per la governabilita' della Romania, che avendo un sistema semipresidenziale sul modello francese si trovera' comunque ad affrontare nuovamente una situazione di 'coabitazione' con presidente della repubblica e governo appartenenti a differenti schieramenti politici: centrodestra per il presidente Klaus Iohannis e centrosinistra il governo. Sembra destinato a uscire di scena invece l'attuale premier Dacian Ciolos, ex commissario europeo all'agricoltura, che ha traghettato dignitosamente il paese al voto con un governo tecnico dal novembre 2015 dopo le dimissioni di Ponta. Molto bassa e' risultata l'affluenza alle urne, che si e' attestata - stando agli ultimi dati - al 39,49% degli oltre 18 milioni di aventi diritto. Resta comunque da considerare ancora il voto dei romeni all'estero, che quest'anno per la prima volta hanno potuto votare anche per corrispondenza. La campagna elettorale era vissuta sui temi portanti della lotta alla corruzione dilagante, il miglioramento delle condizioni di vita - la Romania e' tra I Paesi piu' poveri dell'Ue - una maggiore integrazione europea con l'auspicata adesione al sistema Schengen di libera circolazione dei cittadini.

Tags:
romani socialdemocratici elezioni
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona

SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.