A- A+
Esteri

Le autorita' russe hanno fermato brevemente nella notte a Mosca un presunto agente della Cia e lo hanno consegnato all'ambasciata americana. Lo hanno reso noto i servizi di sicurezza federali russi (Fsb). Il presunto agente, identificato con il nome di Ryan C. Fogle, avrebbe lavorato sotto la copertura di un incarico da terzo segretario dell'ambasciata. Durante una perquisizione gli sarebbe state trovate ingenti somme di denaro, una sofisticata apparecchiatura e "istruzioni scritte per il reclutamento di un cittadino russo", e' riferito in una nota dell'Fsb.

Secondo quanto comunicato dal centro relazioni pubbliche del Servizio di sicurezza federale russo (Fsb), l'arresto e' avvenuto nella notte tra il 13 e il 14 maggio. L'agente Ryan Christopher Ryan Fogle, sarebbe stato colto in flagrante mentre cercava di reclutare un collega dei servizi segreti russi. Il cittadino americano lavorava a Mosca sotto copertura come terzo segretario dell'ufficio politico all'ambasciata russa, ha aggiunto l'Fsb. Durante l'operazione, sono state ritrovate apparecchiature tecniche speciali, istruzioni scritte per la nuova recluta russa e una notevole somma di denaro contante e diversi travestimenti. Dopo l'interrogatorio, l'agente statunitense e' stato consegnato alla sede diplomatica Usa.

Nel dare notizia dello smascheramento dello 007, l'Fsb ha anche denunciato che ultimamente ci sono stati "ripetuti tentativi dell'intelligence Usa di reclutare uomini degli organi di sicurezza e dei reparti speciali sotto il controllo del controspionaggio russo". Il fermo del presunto agente Usa avviene in un momento particolarmente complesso dei rapporti tra Mosca e Washington, che stanno cercando di raggiungere un compromesso su una serie di delicati dossier non solo bilaterali, ma anche di carattere internazionale, come la crisi siriana. L'ufficio politico dell'ambasciata statunitense presso la Federazione russa ¿ composto da tre gruppi, ricorda il sito Newsru.ru, che si occupano rispettivamente di questioni politico-militari, di politica estera e interna.

Un milione di dollari l'anno per una collaborazione a lungo termine con la Cia. E' quanto lo 007 americano, smascherato dai servizi segreti russi, avrebbe offerto a un agente dell'intelligence di Mosca. A sostenerlo e' la tv filo-Cremlino, Russia Today, che ha pubblicato anche le immagini delle istruzioni rinvenute addosso all'agente Cia, arrestato ieri notte in flagrante e presto consegnato alla locale ambasciata Usa.

Nel bigliettino con cui l'agente Ryan Christopher Fogle voleva presumibilmente tentare di corrompere il collega russo, c'era scritto: "Siamo pronti a pagare 100.000 dollari e discutere della vostra esperienza, capacita' e collaborazione. Il pagamento puo' essere molto maggiore, se sarete disposto a rispondere a domande concrete". Nel testo si parla della somma di un milione di dollari in cambio di una collaborazione a lungo termine, con l'aggiunta di eventuali bonus per informazioni di particolare rilievo. Il messaggio e' indirizzato a un non specificato "Caro amico" e firmata come "I suoi amici". Russia Today, tv russa in lingua inglese, ha pubblicato anche le foto della spia e del materiale sequestratogli, tra cui risultano diverse parrucche, occhiali da sole e un coltello. Fogle e' stato fermato la notte tra il 13 e 14 maggio, come ha reso noto l'Fsb. L'uomo lavorava sotto copertura alla sede diplomatica Usa a Mosca. Il ministero degli Esteri russo ha convocato per domani l'ambasciatore americano, Michael McFaul, che per ora non ha commentato l'accaduto. L'arresto dell'agente Cia, oltre ad arrivare in momento delicato delle relazioni tra Russia e Stati Uniti, potrebbe complicare l'annunciata cooperazione tra le intelligence dei due Paesi, voluta dai rispettivi capi di Stato dopo le bombe di Boston.

Tags:
russia agente cia
in evidenza
Peggior partenza dal 1961-62 Col Milan Allegri sbaglia i cambi

Disastro Juventus

Peggior partenza dal 1961-62
Col Milan Allegri sbaglia i cambi

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.