A- A+
Esteri
Francia/ Fermato Nicolas Sarkozy. E' accusato di concussione

L'ex presidente della Repubblica francese Nicolas Sarkozy è stato fermato oggi dall'ufficio anticorruzione della procura francese in un caso di traffico d'influenze. L'interrogatorio è in corso, i reati ipotizzati sono concussione e violazione del segreto istruttorio. Lo rivela l'Agence France Presse citando fonti di polizia. Ora la polizia ha fino a 48 ore di tempo per decidere se indagarlo ufficialmente.

Sarkozy è stato portato negli uffici di Nanterre, nei pressi di Parigi, su una vettura nera con vetri oscurati. L'indagine riguarda il presunto tentativo di Sarkozy di ottenere da un alto magistrato informazioni su un'inchiesta che lo riguardava, offrendo in cambio un posto di prestigio.

Nell'ambito della stessa inchiesta ieri erano stati arrestati l'avvocato di Sarkozy e presunto intermediario, Thierry Herzog, e il giudice coinvolto, Gilbert Azibert, avvocato generale della corte di cassazione.

Le indagini si basano su alcune conversazioni intercettate tra l'ex inquilino dell'Eliseo e Herzog avevano evidenziato che i due erano a conoscenza di alcune procedure giudiziarie relative alle inchieste sui casi Bettencourt e Tapie/Lyonnais. A fornire loro le informazioni sarebbe stato Azibert, avvocato e amico di Herzog. In cambio il magistrato avrebbe chiesto di essere nominato per un incarico a Monaco. Le abitazioni e gli uffici di Azibert ed Herzog erano già stati perquisiti da inizio marzo, mentre telefono cellulare e materiale informatico erano stati sequestrati all'avvocato.

È la prima volta che un ex capo di Stato francese viene messo in stato di fermo ma non è la prima volta che Sarkozy o il suo entourage hanno problemi con la giustizia. La custodia cautelare permetterà agli inquirenti di poter trattenere e interrogare Sarkozy per un periodo di 24 ore, eventualmente prorogabile di altre 24.

La tegola odierna arriva nel momento peggiore per Sarkozy, visto che nelle ultime settimane era atteso l'annuncio del suo ritorno in politica, per riprendere la testa del suo partito, l'Ump, ora all'opposizione. Il partito è stato travolto da uno scandalo legato a false fatture.

Proprio su questo punta la campagna mediatica dei fedelissimi di Sarkozy. "Basta annunciare che Sarkozy potrebbe tornare in autunno alla politica che si scatena una procedura giudiziaria": è il commento, su Twitter, di Sebastien Huyghe, deputato UMP, fra i più fedeli dell'ex presidente francese. Dello stesso tenore molte reazioni della destra, che ha adottato su Twitter l'hashtag #acharnement (accanimento).



 

Tags:
sarkozy
in evidenza
La confessione di Francesca Neri "Sono una traditrice seriale"

Guarda la gallery

La confessione di Francesca Neri
"Sono una traditrice seriale"

i più visti
in vetrina
Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa

Nexi Debit Premium: una nuova carta di debito esclusiva su rete Visa


casa, immobiliare
motori
Nuova Opel Astra, inizia una nuova era

Nuova Opel Astra, inizia una nuova era


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.