A- A+
Esteri


Serge Dassault, miliardario francese, proprietario di un colosso dei media e leader del gruppo dell'industria aeronautica e delle armi che porta il suo nome, è accusato da un uomo, Hou Fatah, di aver partecipato all'organizzazione del suo arresto e a quello di altri due uomini in Marocco.

A questa procedura si aggiunge l'indagine a Parigi su un sistema comune di presunta compravendita di voti in aree sensibili di Evry, città dove Serge Dassault è stato sindaco dal 1995 al 2009.

In questo caso, il Senato francese dovrà votare mercoledì una richiesta di revoca dell'immunità parlamentare dell'industriale, eletto tra le fila del partito di opposizione di centrodestra UMP. Tutto ciò aprirebbe la strada dell'arresto.

Serge Dassault era stato sentito anche nel mese di ottobre per aver partecipato come testimone al tentato assassinio di Fatah Hou il 19 febbraio.

L'entourage di Serge Dassault nega ogni comportamento fraudolento. Anzi, dice che è stato lui vittima di ricatti, minacce e tentata estorsione da parte di piccoli criminali. E per questo sono state depositate diverse denunce.

Tags:
serge dassault
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Citroën Ami 100% ëlectric, entra in servizio al Genova City Airport.

Citroën Ami 100% ëlectric, entra in servizio al Genova City Airport.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.