A- A+
Esteri

Due violente esplosioni si sono verificate all'università di Aleppo, città del nord della Siria dove sono più intensi gli scontri fra le forze del regime e i ribelli. Fonti governative e sanitarie hanno riferito che  almeno 82 persone sono state uccise e 160 sono rimaste ferite. "Il bilancio dell'attentato Terroristico che ha colpito i nostri studenti nel primo giorno di esami è al momento di 82 martiri e oltre 160 feriti", ha detto il governatore della provincia, Mohammad Wahid Akkad. L'Osservatorio siriano per i diritti umani, organizzazione dell'opposizione in esilio con sede in Gran Bretagna, ha notizia di 52 morti e decine di feriti. Il fronte che fa capo al presidente Bashar Al Assad e quello dei ribelli si accusano a vicenda di questa ennesima strage.

L'ateneo, uno dei più importanti del Paese, si trova nella zona occidentale della città, controllata dalle forze siriane. Secondo la televisione di Stato due razzi hanno colpito l'edificio, uccidendo diversi studenti: la responsabilità dell'attacco viene attribuita ai ribelli. E l'agenzia Sana ha messo in risalto che l'attacco è stato compiuto nel primo giorno di una sessione di esami, ma che nell'ateneo sono ospitati anche rifugiati che hanno dovuto lasciare le loro abitazioni a causa dei combattimenti. L'Osservatorio per i diritti umani, che può contare su un network di attivisti molto diffuso nel Paese, ha dal canto riferito che le esplosioni si sono verificate nell'area tra i dormitori studenteschi e la facoltà di Architettura. Non è chiaro però, ha riferito, se si sia trattato di bombe o altro. Su twitter invece alcuni post accusano esplicitamente le forze del regime.

Dopo mesi di furibondi combattimenti, lo scontro tra lealisti e insorti nella seconda città del Paese è giunto a un punto morto, e ciascuna fazione ne controlla soltanto una parte: l'ateneo si trova comunque nel territorio presidiato dall'esercito.
 

Tags:
siria

i più visti

casa, immobiliare
motori
CUPRA Born,ordinabile in Italia

CUPRA Born,ordinabile in Italia


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.