A- A+
Esteri

Con la voce a tratti strozzata dall'emozione, Hillary Clinton, dinanzi alla Commissione Esteri del Senato, ha difeso la sua gestione dell'attacco dell'11 settembre al consolato Usa a Bengasi, un evento che rischia di lasciare un segno sulla sua eredita' al Dipartimento di Stato e minare le eventuali mire presidenziali. Grintosa e agguerrita quando non travolta dall'emozione, la Clinton ha detto ai senatori che si assume tutta la resposabilita' dell'attacco in cui mori' l'ambasciatore, Christopher Stevens, insieme a tre altri americani, ma si e' anche difesa: ha interrotto un senatore per contraddirlo e ricordato che non vide richieste di misure aggiuntive di sicurezza a protezione della missione a Bengasi; e ha negato con forza l'accusa repubblicana che l'amministrazione Usa tento' di coprire gli eventi .

Tags:
clintonlacrimebengasi

i più visti

casa, immobiliare
motori
SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona

SEAT MÓ eScooter 125: il primo motociclo elettrico della Casa di Barcellona


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.