A- A+
Esteri
Trump: mi piacciono i bebè che piangono. Però ne caccia uno dal suo comizio


"Mi piacciono i bambini che piangono", ma dopo un paio di minuti appena, Donald Trump, ci ha ripensato e ha cacciato il bebe' che pangeva sconsolato ed evidentemente lo disturbava mentre lui teneva un meeting elettorale. E' l'ultimo scivolone dal candidato repubblicano alla Casa Bianca che, dopo le critiche ai genitori del capitano musulmano dell'esercito Usa, morto in Iraq, non ne imbrocca piu' una. In un primo momento, Trump e' stato conciliante: "Non preoccuparti per il bambino. Amo i bambini. Ho sentito un bimbo piangere e mi piace. Che bel bambino, non preoccuparti". E quindi ha continuato il suo comizio, ad Ashburn, in Virginia. Ma siccome il piccolo non smetteva di lamentarsi, poco dopo ha cambiato idea. "In realta' stavo solo scherzando: porti via il bambino di qui", ha detto, tra qualche timida risata e azzardo di applauso. Poi con aria di sfida si e' giustificato dinanzi al pubblico: "Mi ha creduto quando ho detto che mi piacciano i bambini che piangono quando parlo. E' cosi.....La gente non capisce". Il comizio di Ashburn e' stato turbato non solo dal pianto del bambino ma anche dall'espulsione di due gruppi di manifestanti. Nel frattempo, il magnate newyorkese ha ulteriormente inasprito le tensioni con i suoi critici all'interno del partito rifiutandosi di dare il suo appoggio alla rielezione del presidente della Camera, Paul Ryan, e del senatore John McCain, due autentici 'pezzi da 90' del partito.

Tags:
trump caccia bimbo piangebimbo piange comizio trump cacciatotrump caccia da comizio bimbo che piange
in evidenza
Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality

"Ci sarà anche Maxi Lopez"

Wanda Nara-Icardi di nuovo insieme... in un reality


in vetrina
Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra

Finanza agevolata e promozioni, Simest supporta le imprese colpite dalla guerra


motori
Ford svela i prezzi della nuova generazione del Ranger

Ford svela i prezzi della nuova generazione del Ranger

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.