A- A+
Esteri

Secondo persone vicine a Valérie Trierweiler citate da Rtl , la première dame "sarebbe disposta a perdonare François Hollande e ad accompagnarlo nella visita di Stato negli Stati Uniti, l’11 febbraio prossimo". La compagna di Hollande si sta riposando tuttora alla Lanterne, la residenza presidenziale nel parco di Versailles, dopo essere uscita sabato dall’ospedale. "Sta meglio", ha detto lunedì il presidente durante una visita nei Paesi Bassi, ma l’incertezza sul futuro resta: dopo la pubblicazione delle foto sulla relazione tra lui e l’attrice Julie Gayet, la crisi di nervi di Trierweiler e il ricovero in ospedale, dall’entourage di Valérie sono venuti segnali univoci che lei sarebbe disposta a passare sopra all’infedeltà del compagno e a restare première dame (un ruolo non previsto dalla Costituzione francese ma formatosi per prassi nel corso dei decenni, che le garantisce comunque appartamenti, uffici e cinque collaboratori all’Eliseo, più scorta e automobili di funzione per un costo allo Stato di circa 60 mila euro al mese).

A proposito di Eliseo, quando Francois Hollande le ha confermato di avere una relazione con l'attrice Julie Gayet, Valerie Trierweiler avrebbe sfogato la sua rabbia distruggendo letteralmente l'ufficio del presidente francese, dove i due si trovavano al momento della "confessione". Prima di essere ricoverata in ospedale in preda a una crisi di vervi, la compagna di Hollande avrebbe scaricato l'ira sugli oggetti presenti nello studio presidenziale.

Secondo fronti non confermate, in particolare, la giornalista avrebbe frantumato preziosi orologi antichi, vasi di Sevres e altri pregiati oggetti d’arte, prima di essere bloccata dal servizio di sicurezza. L'attacco di gelosia avrebbe prodotto danni per tre milioni, secondo quanto avrebbero stimato i servizi del Patrimonio nazionale, intervenuti il mattino seguente nell’ufficio di Hollande.

Ma Patrice Biancone, segretario particolare di Valerie, ha smentito la notizia su Twitter attribuendola a "certi malintenzionati avversari animati soltanto dal desiderio di nuocere", e ha definito le voci "abiette calunnie".

VATICANO - Senza première dame e con la mente probabilmente occupata da altre questioni, François Hollande sarà venerdì 24 a Roma per incontrare il Papa. E’ la prima volta che il capo dello Stato francese sarà ricevuto in udienza privata da Francesco. I temi sul tavolo sono tanti, e toccano per lo più quei princìpi cosiddetti non negoziabili che nella laica Francia hanno visto una battaglia (a tratti intensa) tra Stato e Chiesa. E’ probabile, però, che come fatto da Barack Obama in alcuni suoi recenti discorsi pubblici, Hollande cercherà di mettere in rilievo la “svolta” impressa dal Pontefice argentino circa la povertà. “Il suo aiuto può essere prezioso”, ha fatto sapere l’Eliseo, benché l’imbarazzo per lo “scontro” sulla crisi siriana non sia ancora stato dimenticato.

Tags:
valerie hollande
in evidenza
"Governo ma non troppo..." Crozza imita Speranza. VIDEO

Spettacoli

"Governo ma non troppo..."
Crozza imita Speranza. VIDEO

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
La nuova Peugeot 308 diventa premium

La nuova Peugeot 308 diventa premium


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.