A- A+
Esteri
Iraq, il Vaticano ad Affaritaliani.it: giusta la legittima difesa


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


Di fronte alla violenza di una parte dell'Islam, come sta accadendo soprattutto in Iraq ma non solo, il Vaticano e la Chiesa Cattolica rispondono comunque sempre e soltanto con il dialogo e il confronto? "Ci sono situazioni che vanno valutate anche nello specifico. Il principio della legittima difesa mi pare che sia un principio morale, fondamentale e molto antico, nel caso ci sia un'aggressione in atto", risponde ad Affaritaliani.it Padre Lombardi, portavoce della sala stampa della Santa Sede. "La questione, però, come abbiamo sempre detto, è che la violenza non basta a risolvere i problemi della violenza. Per fare la pace bisogna andare al di là dell'uso delle armi per riuscire ad agire anche sulla comprensione reciproca, sul dialogo, sulle menti e sui cuori. Ma questo va visto sempre a seconda delle situazione che sono in atto", conclude Padre Lombardi.

Tags:
vaticano
in evidenza
"Napoli-Kvara pazzeschi. Karius? Ci ho perso una scommessa e..."

Diletta Leotta ad Affari

"Napoli-Kvara pazzeschi. Karius? Ci ho perso una scommessa e..."


in vetrina
CDP Business Matching: al via nuovo network imprese fra Italia e USA

CDP Business Matching: al via nuovo network imprese fra Italia e USA


motori
Mercedes-EQ EQE-SUV 350 4Matic: compagna di viaggio ideale

Mercedes-EQ EQE-SUV 350 4Matic: compagna di viaggio ideale

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.