A- A+
Esteri

In Venezuela è scomparso da venerdì mattina un aereo da turismo con a bordo quattro italiani, tra cui Vittorio Missoni, figlio maggiore dello stilista Ottavio Missoni. Lo hanno reso noto le autorità locali che nella notte hanno sospeso le ricerche. Del velivolo, un piccolo bimotore britannico Norman BN2, si sono perse le tracce mentre sorvolava le acque dell'arcipelago Los Roques. Per una straordinaria coincidenza esattamente cinque anni fa, il 4 gennaio 2008, nella zona era scomparso un altro aereo da turismo della compagnia Transaven con a bordo otto italiani. Il relitto non fu mai recuperato e l'unico corpo trovato fu quello del copilota. L'aereo, con a bordo i due piloti e quattro italiani originari delle province di Brescia e Varese, era decollato dallo scalo di Los Roques e doveva atterrare all'aeroporto internazionale Simon Bolivar di Maiquetia, a 20 chilometri da Caracas. I quattro italiani facevano parte di un gruppo che con altri due amici, giunti a Caracas con un altro volo, aveva trascorso il Natale e il Capodanno nell'arcipelago. "L'ultimo contatto si è registrato a 10 miglia nautiche da Los Roques", ha riferito il ministro dell'Interno venezuelano, Nestor Reverol. La Farnesina ha fatto sapere di aver attivato tutti i canali di informazione in Venezuela e che l'Unità di crisi è in stretto contatto con le autorita' locali.

 

vittorio missoni ape

Dall'elenco fornito dalle autorità venezuelane risulta che, oltre al figlio di Missoni, sull'aereo da turismo viaggiava una coppia di suoi amici, Elda Scalvenzi e Guido Foresti, e un'altra donna, Maurizia Castiglioni. Il pilota e il copilota, entrambi venezuelani, avevano rispettivamente 72 e 45 anni. Alle ricerche, partecipano diverse unità della Guardia costiera, due motovedette della Marina e tre aerei venezuelani. A loro si aggiungerà anche una nave oceanografica per le ricerche nei fondali. La magistratura venezuelana ha aperto un'inchiesta sulle cause dell'incidente, di cui si ignorano le cause.

Vittorio Missoni, 58 anni, è il primo figlio dello stilista Ottavio e di Rosita Missoni. Sull'aereo viaggiava con la moglie Maurizia Castiglioni, e con una coppia di amici residenti nel bresciano, Guido Foresti ed Elda Scalvenzi. Vittorio Missoni era stato direttore marketing del gruppo di moda e poi responsabile delle affiliate americane e francesi. Ottavio Missoni, nato nel 1921 in Dalmazia, ha altri due figli, Luca, nato nel 1956, e Angela, del 1958, che si occupano del design delle collezioni e della parte creativa.

"L'ultimo contatto si è registrato a 10 miglia nautiche da Los Roques", ha riferito il ministro dell'Interno venezuelano, Nestor Reverol. La Farnesina ha fatto sapere di aver attivato tutti i canali di informazione in Venezuela e che l'Unità di crisi è in stretto contatto con le autorità locali. Per una straordinaria coincidenza esattamente cinque anni fa, il 4 gennaio 2008, nella zona era scomparso un altro aereo da turismo della compagnia Transaven con a bordo otto italiani. Il relitto non fu mai recuperato e l'unico corpo trovato fu quello del copilota. Alle ricerche partecipano elicotteri e unità della Guardia costiera, due motovedette della Marina e tre aerei. A loro si aggiungerà anche una nave oceanografica per le ricerche nei fondali. La magistratura venezuelana ha aperto un'inchiesta sulle cause dell'incidente, di cui si ignorano le cause.

Profondo sconcerto a Trieste per la scomparsa in Venezuela di Vittorio Missoni, figlio del noto stilista Ottavio Missoni, nato nel 1921 a Ragusa (oggi Dubrovnik-Croazia) e di Rosita Jelmini, di origini friulane. Ottavio Missoni ha infatti sempre avuto un profondo legame con il capoluogo giuliano dove tra l'altro aveva anche studiato e lavorato e aveva anche avuto dal Comune la cittadinanza onoraria. Attualmente Vittorio Missoni è responsabile commerciale dell'azienda ed è considerato l'ambasciatore della griffe nel mondo.

E' nel Varesotto, a Sumirago, la base del gruppo Missoni, dove la griffe della moda concentra la sede, la fabbrica e anche la villa di famiglia. Nella sede e' attualmente in corso una riunione dei dirigenti dell'azienda, mentre i membri della famiglia sarebbero tutti ancora in vacanza. I fondatori dell'azienda, i coniugi Ottavio e Rosita Missoni, dopo il matrimonio nel 1953 avevano aperto un impianto a Gallarate, spostandosi a Sumirago solo nel 1969, dove sono diventanti residenti nel 1972. La fabbrica impiega circa 200 dipendenti.

Tags:
venezuelaaereoscomparsomissoni

i più visti

casa, immobiliare
motori
Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida

Citroën C5 Aircross hybrid plug-in: amplifica il piacere di guida


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.